Il braccio di ferro da mezzo milione che agita il Milan

Paolo Maldini con la mascherina
Maldini (Getty Images)

Il Milan si trova a fare i conti con un braccio di ferro che preoccupa la dirigenza rossonera: attese novità nelle prossime settimane

Vicini, ma non abbastanza da toccarsi. Per il Milan la paura che vada in scena lo stesso film è concreta. Dopo Donnarumma e Calhanoglu, il ruolo di attore protagonista potrebbe toccare questa volta a Franck Kessie. Il nodo del contendere è il contratto in scadenza tra undici mesi: 30 giugno 2022, la data che allarma i rossoneri che vorrebbero cambiare l’ultimo numero. Il problema è rappresentato dall’aspetto economico: il centrocampista ivoriano, che è impegnato ora con la Nazionale alle Olimpiadi, vorrebbe un ingaggio da sei milioni di euro, cifra che la società è pronta a corrispondere soltanto però tramite l’inserimento di alcuni bonus.

Qui nasce l’inghippo che ha impedito, fino ad ora, di arrivare ad un accordo. Come si legge su ‘TuttoSport’ il timore di un braccio di ferro è presente dalle parti di Casa Milan, anche se le parti non sono molto distanti.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Kessie
Kessie (Getty Images)

Milan, rinnovo Kessie: balla mezzo milione

Lo stesso quotidiano parla di una distanza di mezzo milione di euro, una cifra che va essere ottimisti sulla buona riuscita della trattativa. Ad ogni modo a complicare i piani c’è anche la tempistica. Il Milan ha fretta, vuole risolvere il prima possibile la questione, evitando di arrivare troppo vicino al nuovo anno, quando Kessie – senza prolungamento – potrebbe accordarsi con un’altra società.

LEGGI ANCHE >>> Tra le rivelazioni della Serie A, il Milan si ritrova il colpo in casa

Fretta che non ha il calciatore che è uno degli insostituibili di Pioli. Anche per questo la società vuole blindarlo il prima possibile. Il traguardo è lontano circa mezzo milione, ma percorrerlo non sarà semplice.