La Danimarca commossa dal gesto di Eriksen: “Non dimentica gli amici”

Eriksen in campo
Christian Eriksen (Getty Images)

Bel gesto di Eriksen, che ha deciso di finanziare nella sua città natale la realizzazione di un centro destinato ai ragazzi disabili.

A maggio aveva collaborato insieme all’organizzazione no profit danese “Fodboldfonden”, mettendosi a disposizione al fine di raccogliere fondi da destinare ai bambini meno fortunati. Oggi Christian Eriksen, reduce dal grande spavento vissuto agli Europei, ha dimostrato ancora una volta di possedere un cuore d’oro. Il centrocampista dell’Inter, insieme alla moglie Sabrina Kvist Jensen, ha infatti effettuato una donazione al progetto dal titolo “Bella Vita”.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Eriksen in campo
Christian Eriksen (Getty Images)

Cuore d’oro Eriksen: finanziata la realizzazione di un centro per ragazzi disabili

L’iniziativa, nello specifico, è finalizzata alla costruzione a Middelfart (città natale di Eriksen) di un centro dedicato ai ragazzi affetti da disabilità fisiche o mentali presenti nel territorio. I lavori, a causa dell’emergenza Coronavirus ancora in corso, hanno subito dei rallentamenti e stando al cronoprogramma ufficiale dovrebbero concludersi entro la fine del prossimo anno.

LEGGI ANCHE >>> Inter, pessima notizia: annullato l’evento negli Stati Uniti

A sottolineare la bontà e l’importanza del gesto compiuto dal giocatore è stata la responsabile del progetto Pia Becker, in contatto costante con la famiglia Eriksen. “Per noi tutto questo significa molto. Christian – ha detto, con le sue parole riportate dal ‘Corriere della Sera’ – è un amico della gente e non dimentica i suoi amici. Sono sicura che verrà a vedere quando potrà e avrà tempo. È un processo lento, anche noi siamo stati colpiti dal Coronavirus, quindi tutto è stato rallentato. Credo che tutto potrà partire nel 2022”. L’Inter, dal canto suo, non vede l’ora di poterlo riabbracciare. “Lo aspettiamo – ha detto di recente il ds Piero Ausilio – sappiamo che sarà un percorso lungo ma siamo a sua disposizione”.