Politano ‘spiega’ Napoli-Verona. E fa una promessa ai tifosi

Politano punta un'avversario
Matteo Politano (Getty Images)

Politano parla dal ritiro del Napoli: “Col Verona partita sbagliata, ma ci rifaremo l’anno prossimo. Con Spalletti si gioca un grande calcio”

Matteo Politano ha parlato stasera dal ritiro del Napoli a Dimaro, durante un incontro con giornalisti e tifosi. Queste le parole dell’esterno offensivo classe ’93, che è stato uno dei migliori in rosa durante la scorsa stagione.

Più amareggiato per la mancata convocazione di Mancini o per la mancata qualificazione Champions del Napoli? “Per il Napoli. Purtroppo ce l’abbiamo messa tutta, ma non siamo riusciti ad arrivare dove meritavamo. C’è moltissima delusione”.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

La delusione dei giocatori azzurri dopo Napoli-Verona
La delusione dei giocatori azzurri dopo Napoli-Verona (Getty Images)

Politano: “Peggio perdere la Champions col Napoli che saltare l’Europeo”

Cos’è successo durante Napoli-Verona? “Purtroppo è stata una partita sbagliata, ma sono sicuro che ci rifaremo. Quest’anno tante squadre hanno lasciato punti con le piccole”.

Obiettivo per la prossima stagione? “Sicuramente rientrare tra le prime quattro. Poi ci saranno anche l’Europa League e la Coppa Italia: vogliamo dare il massimo in tutte le competizioni”.

Sul rapporto con Spalletti: “Ci sta trasmettendo grande entusiasmo, l’avevo già avuto all’Inter. La sua idea è quella di giocare sempre il pallone, andare in avanti e fare grande calcio”.

LEGGI ANCHE>>> L’imbarazzante accusa del Comune di Napoli a De Laurentiis

Sulle prestazioni di Insigne e Di Lorenzo in Nazionale:”Li ho sentiti quasi tutti i giorni. Ho fatto i complimenti ad entrambi, hanno fatto un grandissimo Europeo”.

Insigne ha reso celebre in giro per l’Europa il suo tiro a giro. Lo perfezionerai anche te con l’altro piede? “No, perché Lorenzo non lo insegna a nessuno, se lo tiene tutto per lui” (ride, ndr).

Infine una battuta sui tifosi: “Noi calciatori siamo dispiaciuti perché vorremmo uscire fuori a ricevere il loro affetto, ma purtroppo non possiamo perché dobbiamo rispettare i protocolli per il Covid”.