L’annuncio della FIGC su Eriksen è una batosta per l’Inter

Eriksen in campo
Christian Eriksen (Getty Images)

Quale sarà il futuro di Eriksen dopo l’infortunio con la Nazionale? Interviene Francesco Braconaro, membro del comitato tecnico-scientifico della FIGC.

Aveva tenuto tutto il mondo col fiato sul collo il malore che aveva colpito Christian Eriksen durante il match Danimarca-Finlandia di Euro 2020. Immagini terribili quelle che hanno mostrato il centrocampista dell’Inter crollare al suolo, privo di sensi. A distanza di settimane, però, la situazione sembra essere migliorata, anche se il calciatore resta continuamente sotto osservazione e controllato, seppur a distanza, da rigidi protocolli medici.

Eriksen coperto dallo scudo umano dei compagni
Eriksen (Getty Images)

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Eriksen, l’annuncio della FIGC è una batosta

A tal proposito è intervenuto ai microfoni di ‘Radio Kiss Kiss Napoli’ Francesco Braconaro, membro del Comitato tecnico scientifico della FIGC.

LEGGI ANCHE >>> Milan, doppia cessione per fare cassa: c’è una sorpresa

Ecco quanto dichiarato ai colleghi: “Idoneità sportiva per Christian Eriksen? Da noi non può averla. Solo se gli verrà rimosso il defibrillatore perché la patologia è risolvibile potrà tornare a giocare con l’Inter. Il vaccino? Vaccinarsi credo che sia un atto d’amore. In Italia ci sono ancora linee guida molto conservative per ciò che riguarda lo stato di salute dei calciatori”.