L’ultimatum che può portare l’attaccante alla corte di Mourinho

Mourinho riflette
José Mourinho (Getty Images)

Il dg della Roma Pinto oggi incontrerà Abraham per convincerlo ad accettare il trasferimento nella capitale. Mourinho lo vuole.

Dentro o fuori. Oggi è il giorno decisivo. Il direttore generale della Roma Tiago Pinto, stando a quanto riportato dalla ‘Gazzetta dello Sport’, incontrerà a Londra Tammy Abraham al fine di cercare di convincerlo ad accettare il trasferimento nella capitale. L’accordo con il Chelsea è stato trovato: i giallorossi lo prenderanno in prestito oneroso (5 milioni) con diritto di riscatto fissato a circa 30 più svariati bonus. 

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Abraham in campo
Tammy Abraham (Getty Images)

La Roma pronta ad accontentare Mourinho: oggi l’incontro con Abraham

I Blues, a loro volta, potranno beneficiare di un contro-riscatto a cifre non ancora rese note. Tutto fatto, quindi. Manca soltanto la risposta del giocatore, rimasto in panchina mercoledì sera durante la finale di Supercoppa Europea vinta 2-1 contro il Villareal. Abraham preferirebbe trasferirsi all’Arsenal, in modo tale da poter rimanere in Premier League. Una soluzione poco gradita dal Chelsea, che non intende rafforzare una diretta avversaria. Il verdetto arriverà nelle prossime ore, con Pinto pronto a giocare tutte le carte di cui è in possesso per strappare il “sì” dell’inglese.

LEGGI ANCHE>>> Roma, il nuovo bomber arriva dalla Premier: “Si vola a Londra”

José Mourinho lo considera il sostituto ideale di Edin Dzeko, ceduto all’Inter, e sta chiedendo al dirigente di fare il possibile per acquistarlo. Al summit odierno prenderà parte pure l’amministratrice delegata del Chelsea Marina Granovskaia, con la quale i contatti sono stati frequenti in questi giorni. Il momento della decisione ufficiale è in arrivo. La Roma, in alternativa, sta valutando i profili di Serdar Azmoun dello Zenit San Pietroburgo e di Andrea Belotti del Torino (con l’opzione Mauro Icardi del Psg sullo sfondo) ma il preferito è Abraham.