Dopo le accuse a Jacobs, mazzata terribile agli inglesi: “Doping, ufficiale”

Nazionale britannica sul podio
Squadra brittanica (Getty Images)

Dopo le accuse di doping a Marcell Jacobs, è stata riscontrata una positività ad un velocita della Gran Bretagna.

Sono passati quattro giorni dal termine delle Olimpiadi di Tokyo 2020. E’ stata la miglior Olimpiade di sempre per l’Italia che ha ottenuto ben 40 medaglie. La spedizione azzurra ha vinto 10 ori, 10 argenti e 20 bronzi. L’Atletica leggera è stata l’autentica Regina dei giochi per l’Italia dove ha vinto la bellezza di 5 ori.

Il protagonista assoluto è stato Marcell Jacobs che ha vinto l’oro nei 100 metri e l’oro nella staffetta 4×100. Il corridore italiano ha sorpreso tutti ed è stato accusato anche di doping da alcuni organi di stampa sia statunitensi che britannici. Proprio un atleta britannico è stato sospeso per positività al doping.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Chijindu Ujah, argento nella 4×100, è stato sospeso per positività al doping

Come riportato dal ‘Guardian’, che ha citato l’Athletics Integrity Unit, associazione indipendente della federazione internazionale che combatte la presenza del doping nell’atletica, Chijindu Ujah è stato sospeso per positività al doping. Il velocità britannico ha vinto la medaglia d’argento proprio nella 4×100 dietro all’Italia.

LEGGI ANCHE >>>  Si chiama Marcell, non parla inglese: Jacobs, l’italiano più grande

Ujah è risultato positivo al S23. L’International Testing Agency (Ita) ha comunicato che la divisione anti-doping della Corte arbitrale dello Sport (Cas) accerterà la questione e la possibile squalifica per la squadra britannica. Se la positività del velocista venisse confermata, l’argento andrebbe al Canada e il bronzo alla Cina.