Il particolare motivo per cui Dzeko non è ancora un giocatore dell’Inter

Dzeko
Dzeko (Getty Images

Edin Dzeko non è ancora un calciatore dell’Inter: il motivo che impedisce alla società nerazzurra di ufficializzare il suo arrivo

Tutto fatto, anzi quasi. Edin Dzeko all’Inter è la risposta nerazzurra al trasferimento di Lukaku al Chelsea. Il bosniaco è già a Milano: visite mediche effettuate, così come le foto di rito con tanto di sciarpa sulle spalle. Però Inzaghi non può ancora contare su di lui: niente allenamento in gruppo, soltanto lavoro individuale in attesa che venga sciolto l’ultimo ostacolo alla formalizzazione dell’affare. Un ostacolo mica da poco: quattrocentomila euro. E’ questa la cifra, secondo quanto riferisce la ‘Gazzetta dello Sport’, che il calciatore attende dalla Roma per il mese di luglio 2021.

Una somma a cui Dzeko non vuole rinunciare ma che la società capitolina non ha intenzione di corrispondere. Il motivo? E’ da ricercarsi proprio nel via libera dato dal club giallorosso al trasferimento dell’attaccante a Milano praticamente gratis, se si eccettua il bonus da meno di due milioni che arriverebbe a Roma in caso di qualificazione in Champions.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Inzaghi
Inzaghi (Getty Images)

Inter, per Dzeko non è ancora tutto fatto

Proprio in questi quattrocentomila euro sta il problema che ha impedito all’Inter di ufficializzare Dzeko. Un ostacolo che a Milano sperano possa essere superato già in giornata, in modo da consentire al calciatore di poter fare qualche scampolo di match questa sera contro la Dinamo Kiev.

LEGGI ANCHE >>> Inter, la scelta del tecnico avvicina l’obiettivo di mercato

Difficile ma Inzaghi ci spera, come spera che le divergenze di vedute tra Dzeko e Roma non si trasformino in un qualcosa di più importante. Tra una settimana c’è il campionato e il bosniaco rappresenta l’unico attaccante a disposizione dell’allenatore dei campioni d’Italia, giovani a parte.