La Conmebol rischia di rovinare la Juventus alla terza giornata

Cuadrado salta l'avversario
Juan Jesus (Getty Images)

La Conmebol ha ottenuto dalla Fifa il cambio di calendario per le due partite di qualificazioni ai Mondiali saltate durante la scorsa Primavera. Rischia di farne le spese la Juventus, impegnata a Napoli alla terza giornata.

Nelle prossime due tornate di gare, previste a settembre e ottobre, ci saranno tre incontri invece che due, come ha fatto la Uefa in Europa per recuperare le sfide saltate a causa del Covid-19.

Si tratta di un bel problema per le squadre italiane che potrebbero ritrovare i propri giocatori sudamericani il sabato o addirittura la domenica, considerando che l’ultima partita si disputerebbe tra il 9 e il 10 settembre.

L’incastro è complesso anche in vista della prima gara di Champions League, in programma il 14 e il 15 settembre. Le squadre impegnate nell’Europa che conta il martedì possono chiedere l’anticipo al sabato ma poi rischierebbero di non avere in campionato i Sudamericani.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Dybala porta palla
Paulo Dybala (Getty Images)

La Juventus rischia di andare a Napoli senza cinque Nazionali

Alla terza giornata c’è un big-match: Napoli-Juventus. La squadra di Allegri rischia di andare al Maradona con tanti assenti: Danilo, Dybala, Bentancur, Alex Sandro e Cuadrado.

Il Napoli, invece, ha soltanto il secondo portiere Ospina che sarà impegnato con la Colombia. Un’altra squadra che potrebbe essere “menomata” dagli impegni in giro per il mondo è l’Atalanta che alla terza giornata affronterà la Fiorentina.

LEGGI ANCHE>>> La deadline della Juventus per il colpo a centrocampo: chiusura in arrivo

Gasperini potrebbe essere costretto a rinunciare a Musso, Muriel e Zapata mentre Simone Inzaghi potrebbe non avere a disposizione Lautaro Martinez per la trasferta di Genova contro la Sampdoria.

La Serie A inizia subito nel segno delle polemiche, c’è già l’ansia per le Nazionali alla terza giornata. Senza pensare ai rischi del Covid-19 che inevitabilmente aumentano per ogni viaggio o trasferta anche per i giocatori vaccinati.