“Locatelli regalato”: la risposta (netta) del Sassuolo alle polemiche di questi giorni

Carnevali Sassuolo
Giovanni Carnevali (Getty Images)

La trattativa tra il Sassuolo e la Juventus per il trasferimento di Locatelli è stata molto criticata: interviene, perciò, Carnevali.

Giovanni Carnevali, amministratore delegato del Sassuolo, è tornato ancora una volta a parlare della trattativa su Manuel Locatelli. La soluzione di mercato a cui si è giunti per realizzare il trasferimento del centrocampista a Torino ha fatto storcere il naso a molti. Per tanti appassionati di calcio, infatti, il Sassuolo avrebbe regalato Locatelli alla Juventus, non considerando che il prestito non è avvenuto in maniera gratuita in tutto e per tutto. L’obbligo, da parte dei bianconeri, è infatti quello di pagare il giocatore 37 milioni di euro. Ai neroverdi non interessa quando, perché sanno che in ogni caso il versamento dovrà essere effettuato.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Locatelli Juventus
Manuel Locatelli (Getty Images)

Carnevali dice la sua sul trasferimento di Locatelli alla Juventus.

Giovanni Carnevali, allora, ha voluto dire la sua riguardo la cessione di Locatelli alla Juventus. Come dichiarato a La Gazzetta di Modena, ha dichiarato: “È sbagliato dire e pensare che abbiamo regalato Locatelli per due anni alla Juve, qualcuno addirittura ha parlato di operazione immorale. La realtà è che al termine del girone di ritorno 2022-23 per la Juve scatterà l’obbligo del riscatto e noi incasseremo oltre 37 milioni di euro“.

LEGGI ANCHE >>> Inter, ancora un caso: “Quella frase a Zhang non è piaciuta”

Carnevali ha poi proseguito nel ragionamento, affermando: “In questo momento di grande crisi è stata realizzata una cessione straordinaria. Anche se qualcuno storce il naso per la formula, Locatelli finora è il giocatore venduto al prezzo più alto in Italia“. Dunque questa è stata, per il Sassuolo, un’operazione di cui andare fieri. Specialmente in un periodo di grande crisi economica, come quella che tutto il mondo sta vivendo.

LEGGI ANCHE >>> Commisso vuole stupire tutti: “Colpo grosso Fiorentina”

Inoltre, a La Gazzetta di Modena, l’ad neroverde ha parlato anche del futuro di Berardi e di Boga. Entrambi hanno chiesto al club la cessione ma, non avendo ricevuto offerte concrete e all’altezza, è molto difficile che partiranno in questa sessione di calciomercato. Così Carnevali è intervenuto sulla questione: “Avevamo dato una scadenza, il 12 agosto. Le offerte non sono arrivate, siamo agli sgoccioli del mercato e dobbiamo programmare. Siamo sempre pronti a metterci a sedere per accontentare i desideri di un giocatore. È necessario però che arrivino offerte congrue“.