Lazio, Milinkovic è rimasto folgorato: “Non credevo lo facesse”

Milinkovic Savic passa il pallone
Milinkovic Savic (Getty Images)

Il centrocampista della Lazio Milinkovic Savic, uno dei top players del nostro campionato, ha parlato a Dazn in maniera entusiasta della vittoria di Empoli, del lavoro di Sarri e della prestazione di Pedro, il nuovo acquisto arrivato dalla Roma.

Una delle giocate più impressionanti di Milinkovic Savic è il colpo con la suola, lo utilizza frequentemente e anche ieri sera ad Empoli ha dato spettacolo, oltre che realizzare il gol del momentaneo pareggio e l’assist per il diagonale vincente di Lazzari.

Milinkovic ha spiegato così l’amore per il gioco con la suola: “Da bambino giocavo a futsal, toccare il pallone con la suola mi è rimasto. Da quest’anno giochiamo massimo a due tocchi, ci divertiamo, abbiamo iniziato a farlo”

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Pedro porta palla
Pedro (Getty Images)

Milinkovic su Pedro: “È pazzesco, non m’aspettavo giocasse”

Più che con il suo Napoli, che tatticamente diventò in breve tempo una macchina perfetta, la Lazio del debutto ad Empoli ha ricordato in alcuni spunti il Chelsea di Sarri: fisicità e tecnica in mezzo al campo, sviluppo del gioco su entrambe le catene laterali, intercambiabilità costante dei due esterni offensivi. Pedro partiva da destra e Felipe Anderson ricordava nella mobilità un po’ il lavoro che compieva Hazard.

Milinkovic Savic, avendo ancora più qualità sotto il profilo tecnico, ricorda il cambio di passo, la capacità d'”arare il campo” di Loftus Cheek, valorizzato proprio da Sarri. Pedro, in quel Chelsea che vinse l’Europa League, c’era e conosce bene i movimenti richiesti dall’allenatore della Lazio, l’idea di calcio che vuole esprimere.

LEGGI ANCHE >>> La Lazio di Sarri come fu il suo Napoli: “C’è una cosa che ho ritrovato qui”

L’esterno offensivo spagnolo al Chelsea nell’annata 2018-19 ha realizzato 13 gol e 5 assist. Per ritrovare un’altra annata in doppia cifra, bisogna tornare ai tempi del Barcellona, alla stagione 2013-14 chiusa con 15 gol e 10 assist.

I numeri sono lo specchio della verità e raccontano il feeling calcistico tra Pedro e Sarri.

Pedro, infatti, si è integrato subito, sorprendendo Milinkovic Savic, che ha parlato così del nuovo compagno di squadra: “Me lo ricordavo dal derby, sono contento ci dia una mano, è pazzesco. Non me l’aspettavo giocasse, sono felice che sia stato protagonista di una buona prestazione”