Marotta sfoltisce la rosa: cessione in Portogallo per l’esubero

Marotta e Zhang
Marotta e Zhang (Getty Images)

Marotta al lavoro sul mercato per sfoltire la rosa dell’Inter: dopo l’addio di Pinamonti, pronto un altro tra i nerazzurri

Sei giorni alla scadenza del mercato e l’Inter continua a lavorare per limare la rosa a disposizione di Simone Inzaghi. D’altronde, gli addii (quelli di Lukaku e Hakimi) sono stati pesanti, ma la reazione mostrata dalla squadra contro il Genoa ha evidenziato segnali positivi da cui ripartire. Adesso, va aggiunto un centravanti (verosimilmente Correa) alla rosa nerazzurra e l’organico potrà dirsi nuovamente competitivo.

Intanto, Marotta e la squadra mercato dell’Inter resta vigile per piazzare gli esuberi e sfoltire una rosa che può ancora riservare del capitale. Soprattutto in tempi difficili come questi. Secondo l’edizione odierna di ‘Tuttosport’, i nerazzurri sarebbero al vaglio della cessione di Valentin Lazaro, con l’esterno austriaco che è rientrato alla casa base, dopo l’anno in prestito al Borussia Monchengladbach.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Lazaro e Gagliardini
Lazaro e Gagliardini (Getty Images)

LEGGI ANCHE >>> Harry Kane, annuncio sull’addio al Tottenham: ora Ronaldo…

Inter, Marotta può piazzare Lazaro: dal Portogallo si fa avanti una pretendente

L’esperienza in Germania non è stata certo esaltante per Lazaro: 22 presenze in campionato, 5 in Champions League e qualche altra apparizione nelle coppe nazionali. Insomma, un bottino (2 gol e 1 assist) tutt’altro che soddisfacente per riguadagnarsi una conferma al Gladbach. E ancor meno per poter essere preso in considerazione dal neo-tecnico nerazzurro Simone Inzaghi.

Ragion per cui, Marotta lavora alla cessione dell’austriaco. Come riportato da ‘Tuttosport’, sul calciatore si sarebbe fatto vivo l’interesse del Benfica. La parti, ad oggi, risulterebbero molte vicine a raggiungere un accordo vantaggioso per tutte le pedine coinvolte sul tavolo. La formula dovrebbe essere quella del prestito con obbligo di riscatto, fissato intorno agli 8 milioni di euro. Una cifra che può soddisfare l’Inter e che può sbloccare un affare da monitorare sull’asse Milano-Lisbona, in questi ultimi giorni di mercato.