La Premier League sul gioiello del Bologna, Mihajlovic lo bacchetta

Mihajlovic
Mihajlovic (Getty Images)

La Premier League piomba sul gioiello del Bologna: Mihajlovic lo bacchetta in conferenza stampa: “Resti a disposizione, finché qui”

Arrivato a Bologna nell’estate del 2019, Takehiro Tomiyasu si è dimostrato subito tra i calciatori di maggior prospetto, a disposizione della società rossoblù. Il giapponese fu prelevato per sette milioni di euro dal Sint-Truiden e, dopo due anni in Serie A, ha visto crescere esponenzialmente il proprio valore e il proprio ventaglio di ammiratori.

D’altronde, Tomiyasu è un calciatore che ha dimostrato di saper ricoprire con facilità sia il centro che la fascia destra della difesa di Sinisa Mihajlovic. Seppur il Bologna non brilli certo per la tenuta della retroguardia. Dalla sua, però, il nipponico è sulla wish-list di diversi club europei. Soprattutto dalla Premier League, dove il Tottenham di Paratici e altre formazioni di fascia medio-alta seguono con interesse la parabola del centrale bolognese.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Tomiyasu
Tomiyasu (Getty Images)

LEGGI ANCHE >>> Marotta e il diktat degli Zhang: “Reperire risorse finanziarie”

Mihajlovic bacchetta Tomiyasu: “Finché al Bologna, resti a disposizione”

Le voci di mercato, però, possono distrarre un calciatore. Ragion per cui, Sinisa Mihajlovic ha voluto mettere le cose in chiaro con il proprio difensore e lanciargli un messaggio ben chiaro, in conferenza stampa: “Deve capire che finché è al Bologna, deve essere professionista fino in fondo. Se poi dovesse andar via, sarei contento per lui. Insomma, è arrivato da sconosciuto e ora può andare in Premier League. Non so cosa accadrà, l’importante è che si metta a disposizione della squadra finché non termina il mercato”.

Parole chiare, quelle di Mihajlovic, che poi ‘punzecchia’ anche l’Atalanta, prossima avversaria in campionato ed estimatrice della prima ora di Takehiro Tomiyasu: “Non so se giocherà domani, ho ancora qualche dubbio. Lo porterò con la squadra perché, comunque, stiamo attraversando una piccola emergenza. Magari poi all’Atalanta viene ancora voglia di prenderlo”.