Koulibaly la ribalta e condanna la Juventus: Allegri sconfitto al Maradona

Koulibaly fotografa i tifosi del Napoli
Koulibaly e Lozano (Getty Images)

La sintesi della sfida di Serie A, Napoli-Juventus, di scena allo Stadio Maradona come anticipo del sabato pomeriggio alla terza giornata di campionato.

Un errore di Kostas Manolas decide il primo tempo di Napoli-Juventus, allo Stadio Maradona di Fuorigrotta. I primi minuti sono di studio e gli azzurri sembrano avere la gamba giusta, al punto che al 7′ Elmas riceve da Insigne di prima e Locatelli interviene in scivolata per impedire che il macedone vada in rete. Tuttavia al 10′ arriva la rete di Morata, che sottrae la sfera a Manolas, che giochicchia nei pressi dell’area, e beffa Ospina. Reagisce poco dopo il Napoli con Osimhen di testa ma niente da fare. Bernardeschi e Politano sono i protagonisti delle successive azioni offensive, ma Ospina interviene attento mentre nel caso dell’azzurro, che riceve dal neo acquisto Anguissa, la sfera viene deviata in corner da Rabiot. Il ritmo non è troppo acceso nei successivi minuti, bensì è equilibrato come occasioni per le due squadre, che rientrano negli spogliatoi con l’1-0 per la Juventus.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Serie A, la sintesi di Napoli-Juventus: Koulibaly è decisivo

Insigne e Bernardeschi durante Napoli-Juventus
Insigne e Bernardeschi, Napoli-Juventus (Getty Images)

Fuori Elmas e dentro Ounas, comincia così il secondo tempo a Napoli. Gli azzurri hanno decisamente gamba e infatti al 52′ arriva l’attesissima rete. A segnarla è Matteo Politano. L’attaccante approfitta della titubanza di Szczesny sul tiro a giro di Insigne e insacca. La partita si fa intensa e McKennie cerca di risollevare subito il tabellino con un tiro dalla distanza, che però è alto. Stesso dicasi al 63′ per Mario Rui.

LEGGI ANCHE >>> Il ‘colpo’ più atteso del Napoli può arrivare “tra 15 giorni”

Al 70′ grande ripartenza del Napoli con Fabian, che serve Osimhen, in vantaggio nell’uno contro uno su Bonucci. Tuttavia, il nigeriano non osa a sufficienza e la sfera finisce in corner con Lozano pronto a provarci in area dopo l’uscita di Politano. Nulla di fatto. Paura per Insigne che finisce a terra, toccandosi il ginocchio. Il capitano chiede il cambio immediatamente, mentre già Ramsey entra in campo per McKennie. Al 75′ doppia reazione del Napoli dalla distanza con Fabian, che di poco non c’entra lo specchio della porta. All’82’ c’è spazio anche per Kean, che torna a esordire con la maglia della Juventus e prende il posto di Morata. All’85’ il vantaggio di Kalidou Koulibaly che chiude la sfida, il Maradona è ai piedi del difensore: da corner sotto porta il senegalese viene lasciato praticamente solo e non c’è scampo per i bianconeri.

La classifica
Napoli 9*, Lazio 6, Inter 6, Roma 6, Milan 6, Udinese 4, Bologna 4, Sassuolo 4, Atalanta 4, Fiorentina 3, Empoli 3*, Venezia 3*, Sampdoria 1, Cagliari 1, Spezia 1, Juventus 1*, Torino 0, Verona 0, Salernitana 0, Genoa 0.
*1 partita in più