La Juve soffre e Pirlo può ‘vendicarsi’ con una big a sorpresa

Pirlo urla dalla panchina
Pirlo (Getty Images)

Il Barcellona, dopo la sconfitta contro il Bayern Monaco in Champions League, ieri al Camp Nou non ha battuto neanche il Granada, anzi ha acciuffato il pareggio nel finale con il gol di Araujo. Koeman non è saldo sulla panchina e nella lista del club blaugrana ci sono anche Pirlo e Conte.

Se Atene piange Sparta non ride, potremmo sintetizzare con questa frase il confronto tra Juventus e Barcellona. I commenti sui social di Andrea Pirlo hanno manifestato la delusione del regista campione nel mondo nel 2006 per l’epilogo nel suo rapporto professionale con la Juventus.

Mentre il club bianconero è in profonda difficoltà e Allegri non riesce ancora a riportare la Juventus ad alti livelli, per Pirlo potrebbe profilarsi una clamorosa opportunità: ripartire dal Barcellona orfano di Messi.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Pirlo in conferenza stampapa
Andrea Pirlo (Getty Images)

Nella lista del Barcellona ci sono due italiani: Pirlo lotta anche con Conte

Gerard Romero, ex giornalista di Rac1, in una trasmissione su Twitch ha stilato la lista di posssibili successori di Ronald Koeman in caso di esonero.

Ci sono l’ex Barcellona Cocu, Xavi che da tempo è nei pensieri del club blaugrana per ridare ossigeno ad un progetto in grande difficoltà, e poi due italiani: Pirlo e Conte.

Si troverebbero così a duellare due allenatori legati da un’amicizia che nasce sul campo perchè Pirlo è stato il cervello pensante della Juventus di Antonio Conte, la squadra che ha avviato il ciclo bianconero dei nove scudetti di fila.

LEGGI ANCHE >>> Barcellona e il clamoroso esonero: la risposta pubblica di Koeman

Conte ha aperto i nove anni di dominio della Juventus e poi li ha interrotti, guidando l’Inter verso lo scudetto nella scorsa stagione.

Paradossalmente, seguendo l’idea di gioco che a tratti è riuscito a proporre alla Juventus, Pirlo è più indicato di Conte per il Barcellona. L’ex campione punta a realizzare un calcio di palleggio mentre Conte rappresenterebbe una complicata rivoluzione copernicana per il mondo Barcellona.

C’è poi il tema dei costi considerando le grandi difficoltà della società blaugrana e anche in questo senso sicuramente Pirlo avrebbe pretese inferiori rispetto a Conte. Si tratta di ipotesi al momento, lo stesso giornalista Gerard Romero ha spiegato: “Al momento non c’è un’idea condivisa su chi potrebbe sostituire Koeman”.