La maglia viola il regolamento: il club costretto a cambiarla

Pallone Serie A
Pallone Serie A (Getty Images)

La maglia del club di Serie A viola il regolamento della Lega: già da questa giornata non sarà più utilizzata

Via la maglia che viola il regolamento della Serie A. Neanche la modifica apportata ha convinto la Lega ed allora il club non può far altro che cambiare nuovamente la propria divisa. Protagonista di questa storia è il Venezia, tornato in Serie A dopo una lunga assenza. Un ritorno non senza problemi visto che la nuova maglia realizzata per il club lagunare viola il regolamento: il problema è rappresentato dalla scritta Venezia posizionata sul petto. Uno script che secondo la Lega considera come stemma della società. L’articolo 5, comma 1, del Regolamento Divise da Gioco, vieta però la presenza di più di uno stemma sulle maglie. Ecco allora che nelle prime tre giornate il club veneto aveva deciso di utilizzare la maglia con la scritta ma senza il proprio crest.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Tyronne Ebuehi del Venezia
Tyronne Ebuehi (Getty Images)

Venezia cambia ancora la maglia

Nelle successive due partite il club aveva provato a modificare la scritta Venezia per far ritornare lo stemma della società. Per evidenziare che lo script presente sul petto è un riferimento alla città e non al club ha inserito il logo Venezia 1600, come celebrazione del 1600° anniversario della città.

LEGGI ANCHE >>> L’annuncio da pelle d’oca di Theo Hernandez dopo il Venezia

Una soluzione però che la Lega ha giudicato ancora una volta non in linea con il regolamento. Ecco allora che il Venezia ha ufficializzato il nuovo cambio di maglia: fin dalla gara di lunedì contro il Torino sparirà nuovamente lo stemma del club.