Crollo Bologna, Mihajlovic si sfoga: “Cosi non andiamo da nessuna parte”

Bologna urla in panchina
Mihajlovic (Getty Images)

Il Bologna cade in casa dell’Empoli e Mihajlovic bacchetta duramente i suoi rossoblù, ai microfoni di DAZN

Il risultato è stato pesante, soprattutto considerando la disparità di valori in campo. Il Bologna è caduto al Castellani, sotto i colpi di un Empoli che non ha perdonato l’atteggiamento indolente e poco sul pezzo degli emiliani. Un atteggiamento che lo stesso Sinisa Mihajlovic (oggi in tribuna per squalifica) ha stigmatizzato ai microfoni di DAZN: “Gli errori ci possono stare, fanno parte del gioco. Qui è un discorso di atteggiamento. Senza quello giusto non si possono fare punti. Ne abbiamo parlato a lungo prima della partita, anche nel corso della settimana. Io provo sempre a trasmettere le mie idee, ma evidentemente non è servito a nulla”.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Mihajlovic seduto in panchina
Mihajlovic (Getty Images)

LEGGI ANCHE >>> Infortunio Dybala, le lacrime e poi l’annuncio: l’argentino rompe il silenzio

Mihajlovic sbrocca e chiede scusa ai tifosi: “Mi dispiace per chi è venuto fin qui”

Poi, l’allenatore del Bologna è tornato sul rigore sbagliato da Arnautovic, sul risultato ancora fermo sull’1-1: “Anche segnarlo, non avrebbe cambiato nulla. Avremmo perso comunque, l’Empoli oggi è stato più talentuoso e determinato. Noi ci siamo addormentati e così non la vinciamo mai. Molto male”.

Infine, Mihajlovic ha chiesto scusa al popolo rossoblù: “Mi dispiace per i tifosi che sono venuti, per il presidente e per non avergli fatto un regalo di compleanno all’altezza. Sono davvero molto deluso. Cosa mi fa arrabbiare di più? Un po’ tutto. Non siamo stati concentrati, non siamo stati intensi. Con questo modo di affrontare le partite, non andiamo da nessuna parte. Soprattutto se pensiamo di essere più forti degli altri sulla carta, finisci con il prendere 4 gol”.