“Ibra un monumento” ma Giroud gli lancia una sfida

Giroud in Spezia-Milan
Oliver Giroud, Milam (Getty Images)

Le parole dell’attaccante del Milan, Oliveri Giroud, sul suo ambientamento e sulla competizione che c’è con il “monumento” Ibrahimovic.

Da quando è arrivato al Milan Oliver Giroud si sta lentamente imponendo come calciatore importante per Pioli e per il futuro dei rossoneri, nonostante insieme a Zlatan Ibrahimovic sia praticamente tra i più adulti: il francese ha ben 34 anni. La fame resta intatta ed è quanto ha dichiarato nel corso della sua intervista a ‘Telefoot’.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Milan, gli obiettivi di Giroud: “Io e Ibra non ci togliamo da mezzo”

“Ero ovvio scegliere il Milan, ero tifoso del grande Milan quando ero più giovane, quello di Papin, Van Basten, Baresi. Per me è un grande orgoglio aver potuto firmare in questo club. Spero di divertirmi qui. Sono stato accolto come in famiglia. Ho fatto un ottimo esordio, mi trovo molto bene e ho fame di vincere col Milan”, dichiara Giroud, dimostrando di essere preparatissimo sulla storia del club ma anche di avere le idee piuttosto chiare.

LEGGI ANCHE >>> Infortunio Dybala, le prime indiscrezioni sulle sue condizioni

L’obiettivo che si è prefissato l’attaccante è quello di raggiungere la doppia cifra in gol: “Sui 15, questo è il numero che ipotizzo per quest’anno. Se gioco tutte le partite, ci riesco”. Non ha alcun timore e conta Giroud sull’apporto di Ibrahimovic: “Zlatan è un monumento. La gente si aspetta che ci togliamo di mezzo, spero di metterci più di lui. Questo significa che tra noi ci sarà una vera competizione e che ci stiamo tirando su a vicenda”.