L’Inter ha in pugno il bomber del futuro: c’è l’opzione per l’acquisto

Marotta
Marotta (Getty Images)

L’Inter vive una situazione finanziaria non semplice ma guarda lo stesso al mercato: per un attaccante c’è già un’opzione 

Oltre duecento milioni di rosso per l’Inter. Il bilancio del club nerazzurro ha segnato un passivo da record che potrebbe costringere la società nelle prossime finestre di mercato ad altre dolorose cessioni dopo quelle di Hakimi e Lukaku in estate. Una situazione che Marotta e Ausilio sanno di dover affrontare ma che non spegne le mosse dei due dirigenti rossoneri in entrata. Via il bomber belga, è arrivato Dzeko: il bosniaco non sta facendo male, ma la carta d’identità dice che a marzo compirà 36 anni ed allora l’attacco di Inzaghi avrà bisogno di forze fresche al fianco di Lautaro Martinez.

Il nome buono è quello di Giacomo Raspadori già corteggiato la scorsa estate come confermato dall’amministratore delegato del Sassuolo Giovanni Carnevali: “Marotta mi ha chiesto sia Raspadori sia Scamacca, ma non ce l’ha fatta – le sue parole al ‘Corriere dello Sport’-. Il nostro club non ha bisogno di vendere a tutti i costi e facciamo determinate operazioni solo quando lo riteniamo opportuno”. Lo stesso dirigente ha ammesso che “per Raspadori non c’è stata solo la richiesta dell’Inter. Anche altre società in Italia si sono interessate ma niente nomi”.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Raspadori
Raspadori (Getty Images)

Inter, opzione morale per Raspadori

L’assalto nerazzurro al giovane bomber che piace anche a Mancini è soltanto rinviato. Come si legge su ‘TuttoSport’, infatti, l’Inter avrebbe una sorta di opzione morale con il Sassuolo per Raspadori. Una specie di canale privilegiato per la prossima estate quando il calciatore potrebbe fare il salto di qualità.

LEGGI ANCHE >>> Il nuovo ballottaggio dell’Inter cambia i piani di Inzaghi

In quel caso l’Inter potrebbe partire davanti a tutti, provando a soffiare alla concorrenza Raspadori.