“Non c’è niente da congratularsi”: l’amaro messaggio dell’inglese Sterling

Jorginho e Sterling durante Italia-Inghilterra
Jorginho e Sterling, Italia-Inghilterra (Getty Images)

Dopo Gareth Southgate, anche Raheem Sterling è tornato a parlare sulla finale persa contro l’Italia lo scorso luglio.

Dopo la semifinale dell’Europeo vinta ai rigori contro la Spagna, domani sera l’Italia incontrerà di nuovo gli iberici sempre in una semifinale ma questa volta di Nations League.  La squadra di Mancini si giocherà un nuovo trofeo dopo l‘Europeo vinto lo scorso luglio nella finale di Wembley contro l’Inghilterra.

Southgate, tecnico nella nazionale inglese, è ritornato di recente sulla finale contro l’Italia: “Il match contro gli azzurri è terminato con un pareggio. It’s coming home? Dovevamo capire che gli italiani avrebbero usato quelle parole per caricarsi”. Anche Raheem Sterling, in un’intervista a ‘Sky Sports UK’, si è soffermato su Euro 2020:

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Sterling con la maglia del City
Sterling (Getty Images)

Sterling: “La finale contro l’Italia? Siamo orgogliosi, ma volevamo vincere”

“Europeo? C’è un po’ di orgoglio, ma anche qualche rimpianto. Le persone ci fanno i complimenti per quello che abbiamo fatto, ma non c’è da congratularsi perché non abbiamo vinto. Non vogliamo solo giocare bene, ma anche vincere un trofeo. Abbiamo questa mentalità anche oggi”.

LEGGI ANCHE >>> “Antonio Conte ha influenzato gli Europei”: dallInghilterra la sorprendente analisi

Sterling ha poi concluso il suo intervento:” Con questo atteggiamento siamo arrivati in finale, ma adesso vogliamo vincere per fare la storia. Questo è il messaggio di Southgate che ci ha trasmesso dal primo giorno in cui è arrivato”. L’Inghilterra nei prossimi giorni sarà impegnata nelle gare di qualificazione al Mondiale dell’anno prossimo.