“Doveva stare attento”, Mancini striglia l’azzurro dopo il record perso

Mancini urla in panchina
Mancini (Getty Images)

Dopo la sconfitta contro la Spagna, Roberto Mancini analizza la sua Italia ai microfoni di Rai Sport e striglia un azzurro

Alla fine è arrivata: dopo tre anni e un Europeo vinto, l’Italia cade contro la Spagna di Luis Enrique ed esce sconfitta dal campo, per la prima volta nella gestione Mancini. “Alcune partite sono così, dove gli episodi possono condizionarle ed indirizzarle – spiega il CT azzurro ai microfoni di Rai Sport – Abbiamo fatto la nostra partita, il primo tempo sarebbe potuto finire tranquillamente 1-1. Peccato, dispiace perdere il record così. Saremmo dovuti rimanere in undici, evitando alcuni errori che abbiamo commesso. Poi vanno fatti i complimenti alla Spagna, per la partita e la prestazione che offerto stasera”.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Mancini protesta con l'Arbitro
Mancini (Getty Images)

LEGGI ANCHE >>> La brutta ‘profezia’ di Donnarumma su San Siro si è avverata nel riscaldamento

Mancini striglia l’azzurro: “Doveva stare attento”. Poi le parole su Donnarumma

Errori che hanno portato l’Italia a giocare in dieci contro undici, per oltre un tempo di gioco. “Non ho ancora rivisto il secondo giallo di Bonucci – continua Mancini – Ma Leo doveva stare molto più attento sul primo. Non doveva farsi ammonire per proteste, poteva evitarlo”. Poi il CT azzurro si sposta sulla prestazione del secondo tempo: “Sono contento, i ragazzi hanno dato buona prova di sé. Ho cambiato tutto il centrocampo perché molti sono reduci da tante partite, molto dispendiose. Avevo bisogno di uomini freschi”. Infine, una battuta anche su Gigio Donnarumma: “Sono molto dispiaciuto”, ha commentato Mancini in maniera secca, facendo riferimento ai tanti fischi che il pubblico di San Siro ha riservato all’ex portiere del Milan.