Belotti può decidere la corsa scudetto: Cairo conosce il motivo

Belotti pensieroso
Belotti (Getty Images)

Il ‘Gallo’ Belotti può decidere la corsa scudetto da gennaio in poi: Cairo deve cederlo, Inter e Milan hanno già iniziato le valutazioni

Il futuro di Andrea Belotti tiene banco. L’attaccante, salvo clamorose novità, lascerà il Torino. Se non alla fine del suo contratto, a gennaio si separerà dal club di Urbano Cairo, che lo ha accolto nel 2015 quando lo ha acquistato dal Palermo. Il presidente granata, dopo aver chiesto per lui la cifra monstre di 100 milioni (clausola che vale all’estero), ora corre il rischio di perderlo a zero. Cederlo a gennaio sarebbe l’unico modo per far fruttare la sua cessione. ‘TuttoSport’, nell’edizione di oggi, si è occupato della sua prossima destinazione.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Cairo irritato
Urbano Cairo (Getty Images)

Derby di mercato a gennaio: Inter e Milan sulle tracce del ‘gallo’ Belotti, Urbano Cairo spalle al muro

Il presidente del Torino ha ormai le spalle al muro. E’ consapevole che l’unico modo per ricevere un indennizzo dall’attaccante della nazionale è cederlo al miglior offerente a gennaio.
A Belotti sono interessati sia l’Inter sia il Milan. Il calciatore pertanto può diventare un jolly per lo scudetto.

L’Inter studia la formula già utilizzata per Christian Eriksen. Belotti sarebbe compatibile con Lautaro Martinez. ‘TuttoSport’ spiega come il ‘gallo’ rappresenterebbe un’opportunità interessante per i nerazzurri che in alternativa pensano a Gianluca Scamacca e a Jovic. Quest’ultimo potrebbe arrivare in prestito dal Real Madrid ma dovrebbe prima prendere le misure al calcio italiano.
Per prenderlo però deve incastrarsi pure un altro tassello, l’addio di Alexis Sanchez, che ha un ingaggio molto pesante per il monte ingaggi dell’Inter.

A Belotti pensa anche il Milan, che per il calciatore si è già mosso pure in passato in un paio di circostanze. I rossoneri potrebbero attendere l’estate oppure provare a prelevarlo già a gennaio. Il suo arrivo anticipato a ‘Milanello’ dipenderà dalle condizioni di Zlatan Ibrahimovic.

LEGGI ANCHE >>> Juve e Chelsea con lo stesso obiettivo: concorrenza per il centrocampista

L’attaccante bergamasco in questo momento è fuori per un infortunio al tendine peroneo. L’ultimo match giocato risale al 28 agosto quando ha affrontato la Fiorentina nella seconda giornata di campionato. In nazionale, dopo la vittoria dell’Europeo, ha saltato sia le gare di qualificazioni Mondiali sia le finals di Nations League.