“È arrabbiato”, dalla Nazionale un problema per Inzaghi

Inzaghi in panchina
Simone Inzaghi (Getty Images)

Sanchez super in Nazionale contro il Paraguay: assist e tante giocate. Il Ct cileno manda un messaggio a Inzaghi: “È arrabbiato”.

Una rivincita, dopo le ultime delusioni. Alexis Sanchez è tornato a brillare con la maglia della sua Nazionale: in occasione della sfida contro il Paraguay valevole per la qualificazione al Mondiale del 2022 in Qatar, l’interista ha servito a Mauricio Isla l’assist per raddoppio risultando tra i migliori in campo. Una prestazione super, confermata anche dal suo allenatore Martin Lasarte nel corso della conferenza post partita.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Sanchez in campo
Alexis Sanchez (Getty Images)

Sanchez super con il Cile, il messaggio per Inzaghi

“Il migliore in campo? È difficile individuarne uno, tutti hanno giocato a un alto livello. Isla è stato molto bravo. Il secondo tempo di Alexis Sanchez mi è sembrata straordinario, lo stesso di sempre. Le gente diceva che non era in condizione, ma a me è sembrato lo stesso Alexis di sempre. È arrabbiato, perché vuole dare sempre di più”. Chiaro il riferimento alla situazione vissuta dall’attaccante a Milano. Fin qui il tecnico Simone Inzaghi, con il quale non ha legato molto, gli ha concesso soltanto 70 minuti stagionali di cui 52 in campionato (3 presenze) e 18 in Champions. 

LEGGI ANCHE >>> L’Inter dimentica la crisi: non bada a spese per Lautaro e i sudamericani

Troppo poco secondo Sanchez, autore comunque di un assist nella partita vinta ai danni del Bologna. Il giocatore non è felice del trattamento subito e nei giorni scorsi si era lamentato pubblicamente: “Renditi conto. Tu puoi valere molto ma se sei nel posto sbagliato non brillerai”. Ecco perché un divorzio già a gennaio, in assenza di segnali confortanti da parte di Inzaghi, non è da escludere a priori. L’Inter vorrebbe tenerlo ma in caso di addio risparmierebbe circa 7 milioni (la cifra percepita da Sanchez) da poter reinvestire nel mercato.