Qatar 2022, caos Mondiali: ora anche Mancini è furioso

Infantino saluta in campo
Infantino (Getty Images)

La FIFA al centro delle polemiche, ancora per il Mondiale in Qatar del 2022: stavolta anche il CT Roberto Mancini è furioso

Continua ad essere al centro del ciclone, la FIFA del presidente Gianni Infantino. Dopotutto, il Mondiale del Qatar in programma nel 2022 ha fatto discutere sin dal principio.

Soprattutto, sin dagli scandali e dalle polemiche ha suscitato dalle primissime battute. Prima la questione tangenti, poi la questione delle date, infine la questione stadi: l’avvicinamento al prossimo torneo della FIFA assomiglia ad un vero e proprio calvario.

E per quanto la competizione qatariota si preannunci piena zeppa di novità (non ultima, l’introduzione del fuorigioco automatizzato), divampa un nuovo caso in seno al principale organo calcistico mondiale.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

LEGGI ANCHE >>> “Attenti a Juric…”, il noto presentatore stuzzica il Napoli

Qatar 2022, scoppia il caos per le Nazionali: anche Mancini furioso

Adesso, a far discutere è l’impatto che il prossimo Mondiale avrà sulla stagione calcistica 2022-2023. Come riportato da ‘L’Equipe’, la FIFA ha già allertato le 55 Federazioni europee che i calciatori saranno liberati dai rispettivi club, soltanto ad una settimana dal via della competizione. Una decisione che avrebbe già scatenato il caos tra i vari commissari tecnici, incluso Roberto Mancini.

A raccontarlo è ‘Calciomercato.it’, che spiega come il CT azzurro abbia già tuonato nelle sedi federali, per correre alle contromosse. D’altronde, ritrovare il gruppo a sette giorni dal Mondiale, significa non preparare nulla o quasi per la competizione più importante del globo. Un inconveniente che ha allertato tutti gli interessati, già spaventati dal calendario fittissimo che sarà quello della stagione 2022-2023.