La Uefa è pronta a cedere alla Superlega: i dettagli

Ceferin parla in conferenza stampa
Ceferin (Getty Images)

La Uefa sembra pronta a cedere ai top club il controllo per i diritti televisivi e gli accordi di marketing della Champions League, si partirebbe dal 2024.

Riforma della Champions, Superlega, lo strappo dello scorso aprile fallito per l’intervento del governo e dei tifosi inglesi e, per non sentirsi soli, la Fifa e la sua invettiva per il Mondiale ogni due anni.

Il calcio è nel caos e, in attesa della sentenza della Corte di Giustizia Europea, la Uefa è consapevole che la minaccia Superlega esiste ancora. Si tratta di un fenomeno che può colpire da un momento all’altro e rimettere in disordine un sistema che già fa fatica a stare in piedi.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Ceferin premia Spinazzola
Ceferin (Getty Images)

La Uefa è pronta a cedere il controllo ai top club

Lo scorso marzo la Uefa aveva negato un maggior controllo per diritti e accordi di marketing della Champions League, la rivolta della Superlega nasce anche così.

Secondo quanto racconta l’edizione odierna de “Il Giornale”, lo scontro dei mesi scorsi ha generato un cambiamento. La Uefa ora è pronta a studiare con i ribelli un nuovo modello per commercializzare i diritti e così aumentare anche gli introiti per la nuova formula della Champions League per il triennio 2024-27.

La nuova Champions non aveva convinto il gruppo dei ribelli, guidato dagli irriducibili Juventus, Real Madrid e Barcellona, ma dovrebbe portare più soldi ai club. Si passerà a 36 squadre con dieci partite garantite e non sei, l’Eca sta studiando questa trasformazione.

LEGGI ANCHE >>> Inter, Inzaghi perde i pezzi: un calciatore può finire in Bundesliga

Non c’è più Agnelli, che ha perso la presidenza proprio per la vicenda Superlega, guida le operazioni il patron del Paris Saint Germain Nasser Al Khelaifi.

Una svolta politica comunque è in corso perchè, dietro le quinte delle esternazioni mediatiche di Ceferin, c’è già un bel passo in avanti: la proposta strategica di cedere ai club il controllo sul marketing in Champions League.

Il prossimo passo è far crescere le risorse, oggi fino al 2024 i club ai gironi si dividono 2 miliardi di euro. La Superlega si sconfigge aumentando gli introiti e dimostrando che la Champions conviene. Siamo in una nuova fase politica, con la battaglia legale sullo sfondo.