Lazio, la nuova sanzione della Corte Federale d’Appello ‘salva’ Lotito

Lotito attonito
Lotito (Getty Images)

La nuova sanzione imposta dalla Corte Federale d’Appello ha parzialmente accolto la tesi della Lazio: 5 mesi a Lotito, resta consigliere Figc

La Corte Federale d’Appello della Figc presieduta da Marco Lipari a sezione Unite si è espresso oggi sul caso tamponi alla Lazio. L’organo è stato chiamato a una nuova valutazione della misura della sanzione dal Collegio di Garanzia del Coni al quale i biancocelesti si erano precedentemente rivolti. Parzialmente accolti i reclami.
La vicenda è cominciata per la presunta violazione dei protocolli sanitari da parte della società romana che non avrebbe segnalato i casi Covid alle Asl. Inoltre il procedimento nei confronti della Lazio era stato avviato poiché non vi era stato l’isolamento dei soggetti riscontrati positivi e anche l’impiego di un calciatore per il quale i controlli avevano accertato il Covid.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Lotito presenta lo sponsor sulla maglia
Lotito (Getty Images)

Lazio, caso tamponi: 2 mesi di inibizione per il presidente Lotito, ammenda di 50mila euro per la società

La Corte Federale d’Appello ha parzialmente accolto i reclami presentati dal presidente Claudio Lotito, dai medici sociali Ivo Pulcini e Fabio Rodia e dalla stessa Lazio. Al massimo dirigente del club sono stati comminati due mesi di inibizione mentre sono cinque i mesi di inibizione per Pulcini e Rodia. Inoltre, il club capitolino è stato sanzionato con 50mila euro d’ammenda.

La Corte Federale d’Appello ad aprile scorso aveva determinato la pena di dodici mesi di sanzione per il presidente della Lazio Claudio Lotito (in primo grado gli era stata comminata una pena di sette mesi dal Tribunale Federale) e in 200 mila euro l’ammenda a carico della società.

LEGGI ANCHE >>> Pique avvelenato contro Arbeloa: la fredda precisazione in diretta

Come ha spiegato ‘Sportmediaset’, alla luce di questa nuova sanzione, Claudio Lotito non decadrà dalla carica di consigliere federale per il quale è stato eletto in quota per la Lega di serie A.