Il turn-over non fa sconti, Spalletti pensa a tre esclusioni eccellenti

Spalletti raccoglie il pallone
Luciano Spalletti (Getty Images)

Il Napoli stasera chiude contro il Bologna il turno infrasettimanale, la decima giornata del campionato di serie A, Spalletti vuole agganciare il Milan in testa alla classifica e gestisce il tour de force.

Spalletti sta applicando la legge del turn-over, ovviamente soprattutto nei reparti in cui la rosa del Napoli è più fornita: centrocampo e attacco.

Le rotazioni coinvolgono quasi tutti, fanno eccezione finora Di Lorenzo Koulibaly che anche con altri allenatori ha applicato il pensiero per cui cresce di condizione giocando, la regola del più gioca meglio è.

Fabian Ruiz Insigne vanno verso un turno di riposo contro il Bologna, il capitano finora è stato schierato sempre dal primo minuto anche se soltanto contro il Genoa ha completato tutta la partita. A Lorenzo nelle ultime due partite contro Legia Varsavia e Roma Spalletti ha risparmiato solo una ventina di minuti complessivi. Domenica all’Olimpico Insigne ha subito anche un colpo al ginocchio che ha poi smaltito in fretta.

Spalletti pensa anche ad un altro cambio rispetto alla partita contro la Roma, è pronto sul lato destro dell’attacco Lozano e Politano, quindi, dovrebbe iniziare la gara in panchina. Al posto di Fabian Ruiz scalpita Demme, l’idea è affidarsi al 4-2-3-1 con Elmas che parte da sinistra, nella posizione solitamente occupata da capitan Insigne.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Mihajlovic osserva la partita
Mihajlovic (Getty Images)

Il Bologna ha tante assenze, Mihajlovic pensa alle contromosse per beffare Spalletti

Il Bologna affronta la trasferta di Napoli con molte assenze. Mancano gli squalificati Soumaoro Soriano, espulsi contro il Milan, Arnautovic non è riuscito a recuperare e sono acciaccati anche il difensore Bonifazi Viola, centrocampista ex Benevento che fino alla scorsa settimana era svincolato.

Mihajlovic dopo la sconfitta di Empoli ha cambiato sistema di gioco, è passato alla difesa a tre, così ha battuto la Lazio e ha ben figurato contro Udinese e Milan pur portando a casa un solo punto in due partite.

LEGGI ANCHE >>>  Inter, durissimo sfogo di Andreazzoli:”Questa cosa è clamorosa”

Viste le assenze, il Bologna dovrà fare di necessità virtù adattando De Silvestri sul centro-destra della difesa a tre, Skov Olsen nel ruolo di quinto e proponendo un attacco atipico.

Barrow dovrebbe fare il centravanti di movimento che apre gli spazi per gli inserimenti dei compagni, Orsolini la seconda punta. Santander Sansone sono le armi a gara in corso per fornire altre soluzioni.