United, scelto il nuovo tecnico: ma per Ronaldo & Co. futuro ancora incerto

Ronaldo
Cristiano Ronaldo con i compagni allo United (LaPresse)

Il Manchester United ha scelto il sostituto di Solskjaer: è l’ex RB Lipsia Ralf Rangnick. Per lui contratto ad interim fino al termine della stagione.

Il Manchester United continua a non trovare pace dopo il ritiro di Fergusson. L’addio dello storico manager è infatti coinciso con un ormai quasi decennio di magri successi. Un po’ per colpa di scelte tecniche, un po’ per colpa di scelte di mercato, lo United non è riuscito a replicare quanto fatto negli anni precedenti.

Ultima “vittima” l’allenatore norvegese Ole Gunnar Solskjaer, esonerato dopo un inizio di stagione che vede lo United ormai già lontano dalla vetta. Subito dopo il suo esonero erano partite le speculazioni sul nuovo tecnico: da Zidane a Pochettino. Ma la scelta della dirigenza è ricaduta su di un profilo diverso.

Lo United ha infatti appena comunicato il nome del nuovo allenatore. E’ l’ex RB Lipsia, in passato vicinissimo anche al Milan, Ralf Rangnik. Fautore del miracolo Hoffenheim e autore di due ottime stagioni a Lipsia, Rangnick sarà il prossimo tecnico di Ronaldo e Cavani. Il tecnico tedesco lascia il suo attuale incarico di Capo di Sport & Sviluppo alla Lokomotiv Mosca.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Rangnick
Ralf Rangnick (LaPresse)

United, Rangnik soluzione temporanea? E il futuro?

L’ingaggio di Rangnick lascia però molti dubbi. Il tecnico tedesco è stato infatti assunto come allenatore ad interim fino a fine stagione. Probabile quindi che lo United stia già iniziando a programmare in anticipo la prossima stagione.

LEGGI ANCHE >>> Scampato pericolo, la decisione dell’IFAB rasserena i tifosi

Ecco quindi che le speculazioni sul nome del prossimo tecnico “definitivo” dei Red Devils sono subito ripartire. A meno di una non impossibile conferma di Rangnick, lo United continua ad essere accostato ai nomi di Pochettino e Zidane. In particolare l’arrivo del primo potrebbe, la prossima stagione, aprire le porta del PSG proprio al secondo.