“Per almeno 12 anni”: Mondiali, l’incredibile condanna legata a Balotelli

Balotelli e l’Italia legati da un legame quasi indissolubile e da un curioso dato che resterà in piedi almeno fino al 2026.

Le ultime ore del calcio italiano hanno segnato una batosta storica. La seconda mancata qualificazione della Nazionale italiana ai Mondiali pesa come un macigno. La sconfitta contro la Macedonia del Nord di ieri sera, avvenuta dopo un gol beffa in pieno recupero, potrebbe segnare la fine di un ciclo. Dopo la vittoria ad Euro 2020 in estate, il CT Roberto Mancini ha toccato il punto più basso della sua gestione.

Balotelli in allenamento
Balotelli (ANSA)

Si discute e si continuerà a farlo, soprattutto sulle scelte del commissario tecnico italiano, già finito nel caos per non aver convocato Mario Balotelli per la semifinale Playoff qualificazione ai Mondiali 2022 in Qatar.

Balotelli e Mancini in allenamento
Balotelli e Mancini (ANSA)

Italia, l’ultimo gol ai Mondiali porta la firma di Balotelli

Tra Balotelli e l’allenatore dell’Italia c’è sempre stata sintonia, visti gli anni all’Inter e poi al Manchester City. Stavolta, però, lo scenario è cambiato: convocato per lo stage a Coverciano, è stato poi escluso dalla lista dei trentatré azzurri. Al suo posto è stato preferito Joao Pedro, attaccante del Cagliari, naturalizzato italiano dopo il matrimonio con la moglie siciliana.

Proprio su Super Mario c’è un dato piuttosto curioso che rischia di rivelarsi una vera e propria beffa per il CT Mancini e soprattutto per i tifosi azzurri. Ad oggi, infatti, l’ultimo gol firmato dall’Italia durante la Coppa del Mondo porta proprio la firma di Mario Balotelli. Il 15 giugno del 2014 il centravanti azzurro segnò una rete nel 2-1 contro l’Inghilterra. Dopo quel gol arrivarono le sconfitte contro Costa Rica ed Uruguay e poi le due mancate qualificazioni. Balotelli e l’Italia restano uniti anche quando in realtà non lo sono. Lo strano caso resterà in vita almeno fino al 2026 e che di certo non farà gioire i supporters azzurri.