Lascia il Chelsea e chiede scusa ai tifosi: ora è ufficiale

Il Chelsea ha speso tanto nell’ultimo decennio ma non sempre la società londinese ha effettuato ottimi colpi, spesso ha affrontato bluff.

Negli ultimi anni il Chelsea campione d’Europa (in carica per altre 24 ore) ha effettuato tantissimi acquisti e non tutti hanno ottenuto ottimi risultati. La società londinese ha realizzato diversi acquisti record, non ultimo quello da 115 milioni di euro dall’Inter ed alcuni non hanno mantenuto le aspettative. Un esempio è proprio Lukaku che in questi mesi è apparso come un ‘lontano parente’ della stella ammirata durante l’esperienza in maglia nerazzurra.

Drinkwater Lukaku
Drinkwater Lukaku (Ansa)

Non solo Romelu perchè un’altra delle delusioni dei Blues in questi anni è stato il centrocampista inglese Danny Drinkwater. Il calciatore arrivò al Chelsea cinque anni fa, reduce dalla vittoria della Premier League con il Leicester e dal debutto con la Nazionale inglese. In maglia Blues Drinkwater ha avuto (poco) spazio solo nella prima stagione e poi è stato più volte girato in prestito senza riscuotere quasi mai successo.

Oltre a questo il centrocampista ha avuto problemi extra calcistici e non è mai riuscito ad imporsi nella società dell’ormai ex presidente Roman Abramovich. Drinkwater è arrivato a Londra in coppia con Kante, ma a differenza del francese non ha mai ottenuto grandi risultati con la maglia del Chelsea.

Tuchel Chelsea
Tuchel (Lapresse)

Chelsea, il post di saluto di Drinkwater

Attraverso un post su Instagram il centrocampista, nell’ultima stagione in prestito al Reading, ha voluto salutare i suoi ex tifosi con un signfiicativo messaggio: “Il mio tempo al Chelsea è finito. Io, il club ed i tifosi siamo delusi per come sono andate le cose, su questo non c’è dubbio”.  

Drinkwater ha postato una serie di scatti con la maglia del Chelsea, ricordando i problemi avuti (depressione e guida in stato di ebbrezza) ed ammettendo: “Gli infortuni, il modo in cui sono stato trattato e gli errori che ho commesso… le scuse potrebbero essere infinite ma non posso cambiare quello che è successo. Ho conosciuto persone fantastiche e vinto trofei, ma è stata una pessima decisione. Mi scuso con i tifosi per come è andata”.