Ceesay, l’agente: “Lecce, che colpo: battuti quattro club”

Il Lecce ha preso un attaccante di livello internazionale: Assan Ceesay dallo Zurigo. Per saperne di più sul nuovo colpo di Pantaleo Corvino, abbiamo intervistato il suo procuratore Massimiliano Grillo.

Ceesay è stato protagonista dello scudetto vinto dallo Zurigo in Svizzera, tra campionato e Coppa di Svizzera ha segnato 22 gol e realizzato 11 assist. Numeri che hanno impressionato Pantaleo Corvino, che in poco tempo ha sbaragliato la concorrenza sfruttando il desiderio dell’attaccante gambiano di venire in Italia.

ceesay lecce calciomercato grillo
Ceesay, durante un match contro il Napoli nella stagione 2018/2019

Nella sua carriera c’è tanta Svizzera: il Team Ticino, poi il Lugano e il Chiasso prima dello Zurigo. In mezzo un prestito all’Osnabruck, nella serie B tedesca, un’esperienza molto formativa sotto il profilo tattico.

Nella scorsa stagione è venuto fuori il suo talento, la chiave è il calcio verticale proposto dall’allenatore Andrè Breitenreiter che nella prossima stagione guiderà l’Hoffenheim. Allo Zurigo ha vinto il campionato e valorizzato i suoi attaccanti Ceesay Gnonto.

Ceesay a contrasto con Ounas
Ceesay (LaPresse)

Grillo: “Ceesay è l’ideale per il Lecce, che ha battuto la concorrenza di Wolverhampton e Montpellier”

Come nasce l’idea di portare Ceesay a Lecce?

“In maniera veloce e improvvisa e nel calciomercato di solito queste situazioni vanno più facilmente in porto di quelle che, invece, vengono messe in piedi nel corso di tanto tempo. Pantaleo Corvino è riuscito a battere la concorrenza internazionale per Ceesay, si erano fatte avanti il Wolverhampton, il Montpellier, l’Almeria. C’era una richiesta ufficiale da parte del Ferencvaros, Ceesay avrebbe potuto andare a giocare in club che disputano la Champions League. Ha fatto la differenza la sua voglia di venire in Italia, ne aveva parlato in Nazionale con Colley, Barrow e Jallow. In Gambia Ceesay è un idolo, ha segnato il gol che è valso la qualificazione all’ultima Coppa d’Africa”

Ci sono stati anche altri club italiani che si sono mossi per Ceesay?

“Piaceva a Sartori quando era all’Atalanta, prima della pandemia ci furono dei contatti anche con il Sassuolo”

Che tipo di giocatore è Ceesay?

“È una prima punta che attacca la profondità, micidiale negli spazi, è un grande lottatore, si sacrifica tanto nella fase di non possesso. Il Lecce è il contesto ideale per lui, credo che in serie A la squadra di Baroni debba giocare molto con le ripartenze”

Ceesay ha parlato del suo trasferimento in Italia anche con Gnonto?

“Non ne ha parlato direttamente anche perchè Willy ha fatto solo il settore giovanile in Italia. I due hanno un grande rapporto, allo Zurigo quelli che parlavano italiano hanno costruito un bel gruppo, c’erano lui, Gnonto, Dzemaili e Marchesano su tutti. Willy era un po’ la mascotte, è partito da riserva e poi ha gradualmente conquistato lo spazio per essere incisivo”