Malinovskyi al Fantacalcio, la triste parabola di un talento in crisi

Malinovskyi al fantacalcio ha rappresenta un’autentica delusione per chi aveva puntato forte su di lui in estate. Cosa fare all’asta.

L’Atalanta, rispetto alla scorsa stagione, ha cambiato pelle e anche stile di gioco. Se in passato infatti la manovra della Dea era votata soprattutto all’attacco, quest’anno invece Gian Piero Gasperini ha scelto di curare con maggiore attenzione la parte difensiva. Il risultato è una squadra più equilibrata, attenta, meno esplosiva in fase di costruzione della manovra a cui però è molto complicato riuscire a fare gol (15 quelli subiti). Un ripensamento di fondo della strategia che, di fatto, ha fatto scivolare ai margini della prima squadra Ruslan Malinovskyi.

Malinovskyi in campo
Malinoviskyi è in crisi all’Atalanta (LaPresse) SerieAnews.com

L’ucraino, in pratica, è passato dall’essere un titolare semi-inamovibile dei nerazzurri ad un esubero. Da utilizzare quando necessario. Utile, ma non più imprescindibile. Una crisi confermata dai numeri: per lui appena un gol e 2 assist (più altrettante ammonizioni) in 14 apparizioni complessive, di cui soltanto 5 da titolare. Nelle ultime 9 partite prima della sosta dovuta ai Mondiale, poi, soltanto una volta è stato schierato dal primo minuto (il 9 novembre).

Nelle altre 8 si è dovuto accomodare in panchina, in attesa di un cenno da parte del proprio allenatore. Il feeling tra i due, di recente, si è deteriorato al punto da rendere possibile una cessione del centrocampista alla riapertura del mercato. Diverse le squadre che, fin qui, hanno fatto dei sondaggi per lui: è il caso della Lazio (che a breve saluterà Luis Alberto) e del Nottingham Forest, che già in estate aveva fatto un tentativo per prenderlo. Il suo destino, salvo sorprese, appare quindi segnato. Alla luce di tutto ciò, come va gestito Malinovskyi in vista dell’asta di riparazione?

Gasperini riflette
Gian Piero Gasperini non reputa fondamentale la permanenza di Malinovskyi (LaPresse) SerieAnews.com

Malinovskyi al fantacalcio, come gestirlo all’asta di riparazione

L’appeal del nerazzurro è in netto calo e non sarà facile piazzarlo altrove. Gasperini, dal canto suo, sembra avere le idee chiare a riguardo. I titolari sulla trequarti sono Ademola Lookman e Mario Pasalic, ai quali va poi aggiunto Teun Koopmeiners in caso di 4-2-3-1. Le opzioni sul tavolo, quindi, risultano essere due: la prima consiste nel taglio, in modo tale da incassare parte della cifra investita su di lui nell’asta estiva.

La seconda in un ipotetico scambio con un altro giocatore della Serie A che in questi mesi ha faticato ad imporsi ma che potrebbe riscattarsi nel 2023. Abdelhamid Sabiri ad esempio, protagonista di un buon Mondiale con la maglia del Marocco e seguito da vari club, rappresenta una buona scelta. Intrigante anche la strada che porta ad Antonin Barak, autore di un gol in 13 presenze. Delle due, una. Mantenere in rosa Malinovskyi, in ogni caso, è un rischio che molto difficilmente produrrà i dividendi desiderati. I 10 gol e i 7 assist firmati nella scorsa stagione sono quanto mai distanti.