L’EDITORIALE- Napoli-Real Madrid: a testa alta? 6-2 il computo totale, partenopei ancora immaturi

editoriale, napoli-real madridNAPOLI-REAL MADRID- Il Napoli abbandona la Champions League dopo una doppia sfida intensa e dal carattere avvincente. Avanza il Real Madrid, 6-2 il computo totale dei gol a favore degli spagnoli.

Il presidente partenopeo ha sottolineato come il Napoli esca dalla competizione a testa alta, dopo aver imposto il proprio gioco per circa un’ora di gioco. Possiamo esser d’accordo in parte con De Laurentiis, ma la doppia sfida contro il Real Madrid andrebbe analizzata in maniera obiettiva e nel dettaglio.

Partendo dal match dell’andata, il Napoli ha dimostrato di potersela giocare a viso aperto contro chiunque, mostrando però una sostanziale immaturità internazionale, la quale ha gravato sul computo totale dei gol. Ieri abbiamo assistito ad un grande Napoli per circa 45′ minuti, squadra compatta, reattiva e devastante in contropiede. Cosa è mancato? Forse un po’ di carattere e di convinzione, perchè il Napoli è sparito al momento del gol del pareggio di Sergio Ramos, e questo non può accadere ad una squadra matura e determinata. Il gol del pareggio ha tagliato le gambe agli uomini di Sarri, i quali sono crollati psicologicamente subendo addirittura il gol del 1-2 nel giro di pochi minuti. Il Napoli deve crescere.

Il Napoli deve capire che una grande squadra può incassare il colpo, ma finchè c’è sfida c’è speranza. Ricordiamo che al momento del gol del pareggio del Real Madrid, al Napoli sarebbero serviti 3 gol per portare la gara ai supplementari. Un’impresa quasi impossibile, ma il match andava combattuto fino alla fine, con la massima concentrazione. Il passaggio da ottima squadra a grande sta tutto qua. Una grande squadra incassa e riparte. Soffre e reagisce. Il Napoli europeo è attualmente un’ottima squadra, dalla qualità del gioco eccelsa, ma forse leggermente immatura per amministrare pressioni e difficoltà da grande match. La strada è quella giusta, forza e coraggio. Il calcio italiano sorride.