Inter-Dalbert: pista calda, ma il Nizza mette il piede sul freno

inter-dalbertINTER-DALBERT- Dopo aver assistito quasi da spettatrice alla campagna acquisti dei cugini rossoneri, l’Inter è pronta a salire in cattedra dopo gli affari Borja Valero e Skriniar.

Perchè non è giusto paragonare il mercato rossonero a quello nerazzurro? Il Milan, capitanato da Fassone e Mirabelli, aveva l’obbligo e la necessità di accelerare le operazioni di mercato in vista del turno preliminare di Europa League. Il piano rossonero era chiaro: regalare a Montella l’intera rosa (per quanto possibile) entro il primo giorno di ritiro. Obiettivo concretizzato in maniera quasi totale. Detto questo, l’Inter, dal canto suo, non ha fretta di chiudere le proprie trattative entro metà luglio, questo non significa che la società nerazzurra non stia lavorando o sia ferma sul mercato.

L’Inter valuterà con calma le giuste opportunità. Spalletti ha chiesto Dalbert, esterno che potrebbe garantire spinta a dinamicità su tutta la corsia. Ottimo in fase difensiva, ottimo anche in fase offensiva. L’affare resta vivo, ma il Nizza avrebbe messo leggermente il piede sul freno. Ai tifosi nerazzurri va lanciato un chiaro messaggio: sbagliato guarda in casa dei cugini, sbagliato confrontare i due mercati. Serve fede e pazienza. Le sentenze potranno esser espresse a fine agosto, a mercato chiuso.