Serie A, porte chiuse fino a Natale? Giulini: “Finiamo la stagione, poi calcio più equo”. ADL: “Riprendiamo in sicurezza”

(Photo by Enrico Locci/Getty Images)

Ripresa della Serie A ancora da valutare e spazio alle analisi delle ultime ore. Secondo le ultime indiscrezioni, la Serie A potrebbe ripartire a porte chiuse addirittura fino al prossimo Natale.

Spazio alle ultimissime supposizioni e ai possibili colpi di scena. Sulla ripresa del campionato sono intervenuti anche Giulini e De Laurentiis, i quali hanno analizzato il tutto tramite i propri punti di vista.

Leggi anche: Juventus, Dybala rivela: “Sono in attesa del test. Poi l’aneddoto sulla maglia di Del Piero”

Ripresa Serie A, Giulini: “Pensiamo ad un calcio più equo”

Il presidente del Cagliari, intervenuto ai microfoni di “Sky Sport”, ha così affermato: “Questa stagione si dovrà terminare solo per motivi economici, per evitare le cause. Terminerà a porte chiuse, non sarà certo la poesia del calcio ma sarà fondamentale per programmare poi la prossima stagione. Credo che questa crisi sia una grande opportunità per ritrovare i valori del passato, dobbiamo provare a ricostruire un calcio più umano perché sarà più povero. Si dovrebbe ragionare su un sistema di salary cap a livello europeo, sul modello della NBA”.

De Laurentiis, dal canto suo, ha ribadito tramite una lettera apparsa sui canali ufficiali del club: “Cari tifosi del Napoli, cari napoletani e appassionati di calcio. Sono auguri diversi dal solito quelli che mi appresto a farvi. E’ una Pasqua strana quella che stiamo vivendo. Siamo tutti chiusi nelle proprie case per combattere un nemico terribile e subdolo. Quasi tutte le attività sono sospese. 

Il calcio è fermo da un mese e mezzo e non sappiamo quando potrà riprendere. Tanti ci hanno lasciato e lo hanno fatto senza poter nemmeno riabbracciare per l’ultima volta i loro cari. E tanti sono ancora in difficoltà. Penso a chi è in terapia intensiva, penso al personale medico che sta combattendo una battaglia difficilissima.

E penso a tutti quelli che sono stati colpiti economicamente da questa pandemia. Ma penso anche che riusciremo a uscirne, non senza difficoltà, ma ci riusciremo. Non dico che tutto tornerà a essere come prima, perché molte cose, molti nostri atteggiamenti non andavano bene, Ma sono sicuro che le nostre vite potranno, un giorno, essere anche migliori. So che il calcio vi manca, ma presto tornerà anche quello. Sto lavorando per una ripresa che sia veloce nella sicurezza della salute di tutti. Dal profondo del cuore vi faccio i più sentiti auguri di Buona Pasqua. Ce la faremo. Aurelio De Laurentiis”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *