Atalanta-Roma, Di Francesco in conferenza: “Out Florenzi e Pellegrini”

Probabili formazioni Viktoria Plzen Roma
Probabili formazioni Viktoria Plzen Roma

ATALANTA-ROMA, Di Francesco annuncia pesanti assenze – I risultati ritrovati hanno rimesso in carreggiata in campionato la Roma. I giallorossi, fino a un mese fa in piena crisi di classifica e morale, grazie alle ultime vittorie si sono risollevati e hanno ritrovato la strada giusta per rientrare in corsa per un posto in Champions. Ora il quarto posto è vicino, lì a portata di mano, ma il prossimo impegno classifica alla mano è in tutto e per tutto uno scontro diretto per la quarta piazza. La squadra di Di Francesco sarà infatti ospite di un’Atalanta lanciatissima in campionato, forte di un Duvan Zapata mai così in forma e forte dell’inerzia data dalle recenti vittorie. Insomma una sfida proibitiva per i giallorossi che dovranno anche fare a meno di due pedine fondamentali del loro schieramento. In conferenza stampa, infatti, Di Francesco ha annunciato due pesanti defezioni: quelle di Pellegrini e Florenzi.

Leggi anche: Interesse Arsenal per Monchi

Atalanta-Roma, le parole di Di Fra

Parlando a Trigoria infatti il tecnico della Roma ha anticipato che i due giocatori non saranno della gara. Parlando della formazione, e del possibile utilizzo di Zaniolo in una posizione inedita, Di Francesco ha parlato anche dei problemi a Pellegrini e Florenzi: “Zaniolo sulla destra? Abbiamo avuto qualche problemino fisico con Florenzi e Pellegrini, la formazione è in bilico. Sono tutte opzioni valide, devo valutare. Anche Florenzi e Kluivert possono fare quel ruolo, Schick ha dimostrato di poter coesistere con Dzeko“. Torna comunque a disposizione De Rossi, assente da ottobre, mentre nessun allarme per Dzeko. Il bosniaco, dice Di Francesco, si sbloccherà preso: “Questa settimana si è allenato veramente bene, sapendo che gli mancano un po’ di minuti. L’aspetto psicologico è molto importante, un attaccante deve fare gol, lui è stato entusiasta e disponibile verso i compagni. Sa mandare i compagni in porta, è normale che debba far gol e sono convinto che lo farà presto”.