Juventus Ramsey, il gallese saluta l’Arsenal: “Un viaggio di 11 anni”

Maledizione Ramsey
LONDON, ENGLAND - MARCH 02: Aaron Ramsey of Arsenal celebrates after scoring his team's first goal during the Premier League match between Tottenham Hotspur and Arsenal FC at Wembley Stadium on March 02, 2019 in London, United Kingdom. (Photo by Clive Rose/Getty Images)
Maledizione Ramsey
 (Photo by Clive Rose/Getty Images)

JUVENTUS RAMSEY – L’ultima apparizione di Aaron Ramsey con la maglia dell’Arsenal è stata a Napoli, stadio San Paolo, teatro che lo vedrà protagonista “da rivale” nelle prossime stagioni. L’ultimo gol del gallese con i Gunners è stato sempre contro il Napoli, ad Emirates, contro la squadra con la quale si giocherà lo scudetto da agosto in avanti. Il centrocampista dell’Arsenal ha ufficialmente terminato la sua carriera con gli inglesi, con un infortunio proprio al San Paolo in Europa League, e tornerà in campo con la maglia della Juventus.

I bianconeri hanno messo a segno l’ennesimo colpo a costo zero e ora attendono che Ramsey abbia recuperato in pieno dal suo problema fisico per piazzarlo al centro del campo. Gli ultimi momenti da “Gunner” sono stati proprio contro la rivale più acerrima della sua futura squadra: Ramsey ripartirà dalla Serie A, dalla Juventus, contro il Napoli che ha eliminato dall’Europa League anche grazie ad un suo gol.

Oggi il giocatore ha ufficialmente salutato i londinesi con un lungo post su Instagram. E tra i primi ad accoglierlo alla Juventus, sempre via social, è stato l’ex compagno di squadra Szcezsny.

Leggi anche: Juventus, la conferenza pre derby di Allegri

Juventus Ramsey, il primo colpo

Non rientrerà il gallese nel finale di questa stagione ma dovrà concentrarsi per recuperare a pieno dal suo infortunio. In una lettera rivolta ai suoi attuali tifosi Ramsey si rivolge così: “Sono triste perché non potrò più giocare per l’Arsenal ma vorrei ringraziare i tifosi per il supporto. In questi 11 anni sono successe così tante cose. Quando sono arrivato ero un ragazzino incostante, me ne vado da uomo, sposato, padre di tre bambini, pieno di orgoglio e di ricordi di cui farò tesoro“.

L’attuale portiere juventino gli risponde così: “Sei stato una leggenda assoluta per l’Arsenal! Riprenditi presto e fatti trovare pronto per la nuova sfida“.