Calciomercato Inter, rinnovi bloccati per due big: gli aggiornamenti

Inter rinnovi
Bastoni in cima ai discorsi dei rinnovi: al difensore l'Inter proporrà un adeguamento di contratto (GettyImages)

Senza perdere di vista le competizioni, l’Inter concentrata sui rinnovi: Lautaro agita Marotta, D’Ambrosio e Barella ok, dubbio Young

Testa su tre fronti per l’Inter tra campionato, Champions e rinnovi. Sedetevi comodi, perché da oggi a inizio gennaio si parlerà tanto di calcio. Solo di calcio. Una volta conclusa l’alternanza campionato/coppe europee, ci sarà spazio per i turni infrasettimanali di serie A e ne vedremo delle belle.

A differenza degli anni scorsi, dicembre non sarà solo l’anticamera della finestra invernale di calciomercato. Ma i club sono comunque in fermento, soprattutto sul fronte rinnovi.

L’Inter non ha una lunghissima lista di “precari” ma a tenere banco sono i prolungamenti dei top che, pur non essendo in scadenza di contratto, sono in odore di ritocco per meriti sul campo (Barella e Bastoni su tutti) o per allontanare le sirene di calciomercato (Lautaro Martinez).

D’Ambrosio sarà il primo a mettere nero su bianco e le tempistiche potrebbe essere più rapide del previsto. Il versatile difensore nerazzurro ha meritato sul campo l’accordo, dimostrando di essere un “uomo-Inter” a tuttotondo. La tifoseria, la dirigenza e anche l’allenatore Antonio Conte gliene danno atto.

Da stabilire se il rinnovo del contratto D’Ambrosio sarà di un anno (come da stretta di mano) o un pluriennale. Di sicuro il giocatore campano indosserà la maglia dell’Inter anche in futuro.

La carta d’identità potrebbe tirare un brutto scherzo a Padelli e Kolarov (l’accordo scadrà nel 2021). Soprattutto per quanto riguarda il secondo, sarà necessario capire come si svilupperà il campionato dopo un avvio tentennante.

Legati a doppio filo al tecnico Conte i rinnovi di contratto di Young e Ranocchia. L’esterno inglese, seppur non da titolarissimo, potrebbe continuare a far parte della “rosa” dell’Inter per un altro anno ancora, ma anche nel suo caso le risposte dovranno arrivare dal campo.

Ranocchia, invece, è un fedelissimo dell’allenatore pugliese e solo una permanenza sulla panchina interista anche nella prossima stagione potrebbe fargli avere qualche chance, anche se per lui, più che per D’Ambrosio, vale il discorso di essere “uomo-Inter”. E in campo non sta neanche sfigurando…

LEGGI ANCHE >>> Inter, Eriksen profeta (solo) in patria. Quattro motivi per l’addio

inter rinnovi
Lautaro Martinez è il caso più spinoso (GettyImages)

Rinnovi, Barella è la priorità dell’Inter

Occhio, però, ai risvolti legati ai top della “rosa” che hanno un pluriennale ma non fanno comunque dormire… sonni tranquilli: si tratta dei difensori De Vrij e Bastoni, del centrocampista Barella e dell’attaccante Lautaro.

Bastoni si è confermato su livelli altissimi anche in Nazionale e il suo adeguamento è certo (non solo economico, il suo contratto ha scadenza 2023 ma potrebbe essere allungato almeno di un altro anno). De Vrij è un perno della difesa, ma i tempi sono prematuri. Se ne parlerà più avanti.

Barella è il futuro capitano dell’Inter. Per atteggiamento e attaccamento il tuttocampista sardo ricorda tanto quel Javier Zanetti che ai nerazzurri manca tanto. Il suo rinnovo sarà una priorità anche se la scadenza è ancora lontana (2024).

In tema di rinnovi in casa Inter, Lautaro Martinez è il caso più spinoso. La querelle con il Barca sembra ormai alle spalle, ma dalla Catalogna c’è chi giura che i blaugrana torneranno alla carica quanto prima (finanze permettendo…). I nerazzurri non hanno fretta, forte di un contratto fino al 2023, ma non c’è solo il Barca tra i top club europei…

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Real Madrid, Sergio Ramos out contro l’Inter: problemi al tendine del ginocchio

Inter, Lukaku difende Eriksen: “Voglio aiutarlo, può diventare un fuoriclasse”