Barcellona, Bayern e non solo: perchè la sosta fa crollare i giganti

Barcelona's Argentine forward Lionel Messi challenges Atletico Madrid's French midfielder Geoffrey Kondogbia (back) during the Spanish League football match between Club Atletico de Madrid and FC Barcelona at the Wanda Metropolitano stadium in Madrid on November 21, 2020. (Photo by GABRIEL BOUYS / AFP) (Photo by GABRIEL BOUYS/AFP via Getty Images)

Il Barcellona e il Manchester City all’undicesimo posto in questo freddo sabato di novembre ci ricordano che i turni post-sosta riservano spesso delle sorprese. In tutti e cinque i principali campionati europei i giganti hanno fatto fatica e il favore dei pronostici è già saltato.

Tutto è iniziato in Ligue 1 venerdì sera, quando il Monaco ha battuto 3-2 il Paris Saint Germain portandosi a quattro punti da Florenzi e compagni e il Lille oggi, battendo il Lorient, può avvicinarsi ancora di più, a -2 dalla squadra di Tuchel.

Il Psg è alla quinta sconfitta stagionale ma in campionato non perdeva da metà settembre quando doveva fronteggiare tante assenze importanti a causa del Covid 19.

LEGGI ANCHE >>> Psg, Tuchel addio: Motta, Allegri e un altro italiano per la successione

Il Barcellona e Guardiola hanno una cosa in comune

In settimana Pep Guardiola ha rinnovato il contratto con il Manchester City a 12,3 milioni di euro netti a stagione e a Barcellona temono che il suo ex maestro della panchina gli porti via in estate Lionel Messi.

Messi e Guardiola hanno già una cosa in comune: le difficoltà in classifica. Il Barcellona in Liga è decimo con undici punti, in compagnia di Valencia, Getafe e Osasuna, la vetta è distante nove punti e la Real Sociedad oggi può allungare ancora. I baschi, vincendo a Cadice, possono andare a +12 sui blaugrana sconfitti ieri sera dall’Atletico Madrid. Gli infortuni di Piquè e Sergi Roberto rappresentano ulteriori problemi per Koeman.

Il City è a quota 12, ad otto punti dal Tottenham che è andato in testa alla classifica proprio con il successo di Mourinho su Guardiola. È tornato lo Special One con la capacità di leggere le partite ed incidere, il secondo gol è di Lo Celso appena entrato, per l’argentino si tratta della prima gioia in Premier League.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus 5 ottobre: visite mediche per Chiesa. Douglas al Bayern, De Sciglio al Lione

Bayern Monaco Werder Brema
(Getty Images)

Bayern, Atalanta e Real Madrid, il “pareggino” post-sosta è servito

Quando il Bayern Monaco non vince in Bundesliga, è sempre una notizia. Ieri il Werder Brema ha fermato all’Allianz Lewandowski e compagni sul risultato di 1-1, è servito un gol di Coman per evitare la sconfitta.

Perchè dopo la sosta il rischio d’incepparsi è così alto? La risposta l’ha data Gasperini: “Ho sempre pensato che la Nazionale facesse bene ai giocatori ma non è mai successo che ti arrivino il venerdì per giocare il sabato, è chiaro che si tratti di una grave difficoltà”

Le grandi squadre di solito hanno anche più giocatori in Nazionale rispetto alle realtà di fascia medio-piccola, ritrovarsi in pochi giorni, ripartire con intensità, mettere a posto la condizione psico-fisica di tanti giocatori non è mai stato facile ma quest’anno i problemi si sono moltiplicati.

Le partite in Nazionale sono diventate tre, si gioca di più con il rischio degli infortuni, poi c’è l’ansia del contagio da Covid-19 che per esempio ha condizionato molto il Cagliari senza Godin e Nandez. Viaggiare anche è diventato più complicato con i tempi più dilatati soprattutto per i voli con scalo e le grandi trasferte intercontinentali.

L’Inter avrà strappato un sorriso nel guardare il Real Madrid che ha tenuto a riposo Benzema e ha perso Sergio Ramos. I blancos non sono andati oltre il pareggio sul campo del Villarreal, colpisce la fragilità difensiva della formazione di Zidane. In 10 partite sono arrivati soltanto due clean-sheet, un problema che l’assenza di un leader come Sergio Ramos può solo esasperare. Tocca all’Inter approfittarne mercoledì sera.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:

Fantacalcio, i mismatch della giornata 8 di serie A: Insigne-Berardi vanno a nozze

Josip Ilicic ha ricevuto un messaggio sul telefonino