Il caso Dybala, la ‘scoperta’ su CR7 e una domanda: i 3 punti di Juve-Torino

Juve-Torino dybala ronaldo
Ronaldo in azione nel derby (GettyImages)

Focus su Juve-Torino: al termine della partita abbiamo analizzato tre situazioni differenti dei singoli, riguardano Dybala e CR7

Il day after Juve-Torino, derby vinto 2-1 ma a fatica dai bianconeri, è un giorno ricco di domande e di interrogativi sui protagonisti (attesi e mancati) della partita dello Stadium. Si comincia da Dybala: che fine ha fatto? Irriconoscibile. Si prosegue con Cristiano Ronaldo: ha preso 5, per la prima volta in stagione non ha inciso. Verrebbe da dire: forse è umano? Infine Kulusevski: cosa gli è successo? Non segna da quasi due mesi e, in pagella, come Dybala, rimedia solo insufficienze.

LEGGI ANCHE >>> Inter, i social difendono Eriksen e massacrano Conte: “Vergognati!”

Juventus, Dybala è diventato un caso

La Joya non si rallegra più, è triste e solitaria, gioca per sé. Non segna. Non brilla. Non diverte. Anche contro il Torino è arrivata l’ennesima prestazione sottotono, da dimenticare, con pochissimi lampi. Il gol in campionato manca da una vita, quest’anno l’argentino ha segnato solo contro il Ferencvaros in Champions League, per il resto, tra panchine ed esclusioni, ha visto il campo solo per acuire i dubbi sul suo conto, sulla sua tenuta fisica e sul suo futuro. Cosa ne sarà, di lui, ora che il vero Dybala è distante e nessuno sembra più ricordarsene?

Pirlo distrutto Dybala Juve
L’argentino pensieroso in panchina. Pirlo ha distrutto Dybala? (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

CR7 è ritornato umano

Quella contro il Torino è stata la prima partita stagionale in cui Cristiano Ronaldo non ha segnato né fornito assist. Una classica giornata storta che può capitare a tutti. Sarà felice Pirlo nell’accorgersi che la sua Juventus, seppur a fatica, ha saputo vincere anche senza l’aiuto del portoghese. I bianconeri, numeri alla mano, erano (sono) CR7 dipendenti, quando lui manca si sentono fragili. Col Torino un cambio di tendenza. In attesa di ulteriori conferme.

Una domanda su Kulusevski

Il gioiellino classe 2000 aveva sorpreso tutti a inizio anno, ma come spesso capita le pressioni hanno finito per ostacolarlo. L’ex Parma da un po’ di tempo non è più pimpante. Col Torino ha rimediato un’altra insufficienza in pagella e la domanda ricorrente, che tutti si stanno ponendo in queste ore, è la seguente: che fine ha fatto? Ha una gran fortuna: è giovane. Tornerà molto presto.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:

Caso Suarez, la difesa di Paratici: il chiarimento prima del derby col Toro

Critiche a Orsato in Juventus-Torino: ha commesso un errore gravissimo