Un punto in due partite, Inzaghi chiarisce il momento della Lazio

Simone Inzaghi
Simone Inzaghi - GettyImages

La Lazio frena al Vigorito contro il Benevento, cosi Simone Inzaghi ha provato a spiegare i motivi di questo momento particolare.

Una nuova frenata, stavolta al Vigorito contro il Benevento. La Lazio non vive un momento particolarmente brillante, con la seconda partita di fila senza aver trovato la vittoria. Dopo la sconfitta col Verona il pari di Benevento, dove i biancocelesti hanno rischiato anche la debacle pesante.

Un avvio di stagione negativo per la Lazio, che al momento occupa l’ottavo posto in classifica, lontana cinque punti dalla zona Champions. Immobile è il solito goleador, ma nemmeno lui stavolta è riuscito a far rialzare i suoi da un momento complicato.

Con la fine della fase a gironi di Champions la speranza dell’ambiente è di ritrovare lucidità e brillantezza, non avendo più una partita ogni tre giorni, almeno fino alla fine della sosta natalizia.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Simone e Pippo Inzaghi
Simone e Pippo Inzaghi – GettyImages

Le motivazioni di Inzaghi

I tifosi biancocelesti cercano risposte, soprattutto spiegazioni per quello che sta vivendo la squadra in queste ultime settimane. Simone Inzaghi, ai microfoni di Dazn, ha provato a chiarire il perchè di questa situazione stagnante.

“Il Benevento ha rispecchiato le ultime partite, è una squadra in salute ed organizzata. E’ difficile, bisogna avere pazienza. Stanchezza, energie fisiche e mentali accumulate in questo tour de force, qualcosa ci manca”, ha spiegato l’allenatore biancoceleste nel post partita.

LEGGI ANCHE >>> Il Benevento ne combina un’altra, nemmeno Immobile rialza la Lazio

Un passaggio, poi, è dedicato anche agli infortuni che durante l’ultima settimana hanno messo sotto pressione la rosa: “Sappiamo tutti da che tour de force veniamo, sabato in anticipo col Verona, abbiamo perso Leiva, Acerbi e Fares per problemi muscolari. Il calendario è incredibile, siamo sempre al limite e c’è sempre il rischio di perdere giocatori”.

Alla Lazio servono energie, e anche affrontare una squadra neo promossa ma quadrata come il Benevento, può creare rischi concreti. Ora c’è il Napoli, e stavolta il passo falso può scatenare polemiche furibonde.