Genoa, la strana storia di Destro. Con Maran nel destino

Genoa Destro Maran
Mattia Destro (GettyImages)

L’attaccante del Genoa Destro è tornato a segnare una doppietta dopo 3 anni: l’ultima volta fece male a Maran, ora può salvargli la panchina

Mattia Destro è tornato a bussare con il Genoa di Rolando Maran. I gol per lui sono una goduria pazzesca, come ha dimostrato durante l’esultanza di ieri sera. L’attaccante sta rinascendo con i grifoni, dopo l’abulia di Bologna. Il tecnico lo sta lentamente recuperando. Finora sono tre le reti realizzate dal calciatore nato ad Ascoli Piceno.

L’attaccante è tornato a realizzare una doppietta contro il Milan, sua ex squadra. Due reti che hanno rallentato la corsa dei rossoneri ma gli hanno permesso di constatare che il feeling con il gol sta tornando dopo tre stagioni in cui l’ha “buttata dentro” davvero poco. Dopo la lunghissima flessione, la parabola sembra adesso destinata a tornare su. Buon per il Genoa che ha trovato il suo uomo gol. Serviranno comunque ulteriori conferme per certificare il definitivo ritorno dell’attaccante ex anche di Inter e Roma.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Genoa Destro Maran
Rolando Maran (GettyImages)

Genoa, quella volta in cui Destro fece piangere Maran

La partita del “Marassi” contro il Milan tuttavia ha consentito a Mattia Destro di raggiungere numeri che non toccava da tre anni. L’ultima volta che l’attaccante era riuscito a segnare due reti nella stessa partita era avvenuto il 22 dicembre 2017, nella trasferta contro il Chievo Verona.

In quella circostanza, il nuovo bomber di Maran aveva aperto le marcature prima di chiuderle consegnando il successo al Bologna. Quei due gol fecero molto male proprio all’attuale allenatore del Genoa che invece con i due firmati ieri potrebbe aver rinsaldato la sua panchina.

LEGGI ANCHE >>> Caos Bologna, Mihajlovic furioso: la società prende provvedimenti

Ora che si è sbloccato, Destro dovrà continuare a spingere la palla in porta per recuperare il tempo perduto. L’attaccante dei grifoni non raggiunge la doppia cifra dal campionato 2016-2017.

Nel suo secondo anno al Bologna firmò 11 gol. Il record rimane quello stabilito con la Roma: 13 marcature, quasi tutte nel girone di ritorno, nella stagione 2013-2014 in appena 20 partite. La caccia a quel numero è scattata ieri sera.