Napoli, aria di crisi: si torna dove tutto ebbe inizio

napoli ritiro de laurentiis gattuso
Aurelio De Laurentiis (Getty Images)

Si ricomincia dove tutto ebbe inizio per il Napoli: la sconfitta con la Lazio riapre vecchi discorsi e la società interviene

Un anno (e un mese) dopo, il Napoli si ritrova al punto di partenza. La sconfitta contro la Lazio, che fa seguito al ko con l’Inter, riapre vecchie ferite. Azzurri senza determinazione, lenti e prevedibili in campo, al limite della svogliatezza: una prestazione che negli ultimi 12 mesi non è una novità per una squadra che fatica a fare il definitivo salto di qualità.

Ed allora si ritorna al punto di partenza, a quel 5 novembre 2019, la serata dell’ammutinamento: questa volta però niente ribellione da parte del gruppo, si va tutti in ritiro per guardarsi dentro e capire ciò che non va.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

ritiro napoli gattuso
Gattuso (Getty Images)

Napoli in ritiro per evitare un’altra stagione anonima

Un anno dopo il Napoli si ritrova a fare i conti con quasi gli stessi problemi e la stessa soluzione: squadra in ritiro. Come con Ancelotti quando arrivò il famoso ammutinamento e la rottura con la società. Gattuso, subentrato a dicembre all’allenatore emiliano, è stato bravo a ricompattare il gruppo, a ricreare uno spogliatoio unito. Meno però a eliminare vecchi problemi di mentalità che la squadra di porta dietro da tempo, troppo.

LEGGI ANCHE >>> Napoli, Gattuso non convince: si invoca il ritorno di Sarri

L’approccio molle contro la Lazio è lo stesso visto in Europa League contro il Rijeka, l’identico atteggiamento che i tifosi azzurri sono abituati a vedere ad ogni momento di svolta. Lo era anche ieri la sfida con la Lazio e, al netto delle pesanti assenze, l’obiettivo è stato fallito. Ed allora tutti in ritiro, lì dove ha iniziato a prendere forma l’era Gattuso. Un anno dopo si torna al punto di partenza, che deve essere però anche un punto di svolta.