Parma, la frecciata del ds a De Laurentiis sul caso Juve-Napoli

Marcello Carli
Marcello Carli - GettyImages

Dichiarazioni al veleno da parte di Marcello Carli, direttore sportivo del Parma, riguardo la sentenza su Juventus-Napoli.

Gli ultimi giorni sono stati di grande fermento all’interno del panorama calcistico italiano. La sentenza del Collegio di Garanzia del Coni, riguardo la partita mai giocata tra Juventus e Napoli, ha fatto molto rumore.

Quel match match mai messo in scena allo Stadium, alla fine dovrà essere disputato regolarmente: niente punto di penalizzazione al Napoli e classifiche stravolta, con i bianconeri che si sono cosi trovato tre punti in meno in classifica.

Una sentenza, quella del Coni, che sta facendo discutere in tutto l’ambiente calcistico. Ad esprimersi sono soprattutto quelli che si schierano affianco ai club di Serie A scesi in campo anche con giocatori positivi al Covid. 

Nel mirino delle polemiche, dunque, finisce sicuramente il Napoli e la possibilità data agli azzurri di poter giocare la partita. Siamo soltanto all’inizio, e ci sarà da capire che tipo di ripercussioni ci saranno nello stesso campionato dopo la sentenza.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Marcello Carli
Marcello Carli – GettyImages

Juve-Napoli, il ds Carli bacchetta De Laurentiis

A prendere posizione sono anche i protagonisti del mondo del calcio, quelli che fanno parte dello stessa Serie A e che sono scesi in campo, al netto di casi di positività al Coronavirus. Uno di quelli che si è schierato contro la decisione del Coni è Marcello Carli, direttore sportivo del Parma.

LEGGI ANCHE >>> Milan, la Liga su Castillejo: lo spagnolo ha chiarito i piani -ANews

Parole al veleno, quelle del dirigente ducale, che ha espresso il proprio dissenso in merito alla questione. “A me le scorciatoie non sono mai piaciute. Ho preso anche delle belle botte, ma le scorciatoie io non le prenderò mai”, le parole del direttore sportivo a ParmaLive.

“l motivo per cui il Napoli non è partito non lo so e non mi interessa saperlo, avranno avuto i loro motivi. Noi se la dovessimo giocare altre dieci volte, anche a costo di rimetterci, farei sempre andare la squadra. Non rinnego le mie idee per un punto in classifica”, l’attacco netto di Carli.