Nainggolan e i suoi fratelli: l’Inter ne cede altri due per ‘colpa’ di Conte

Conte Gervinho Inter
Antonio Conte (Getty Images)

Radja Nainggolan saluta l’Inter dopo un rapporto tutt’altro che sereno con Conte. Ma in rosa ci sono altri calciatori che hanno giocato poco

Non c’è mai stato un bel rapporto tra Conte e Nainggolan, motivo per cui il belga, alla prima occasione, è fuggito via, tornando a Cagliari. Tutto fatto, oggi le visite mediche, presto l’annuncio. Ma il Ninja non è l’unico calciatore dell’Inter che ha giocato poco a causa di un feeling mai sbocciato con l’allenatore dei nerazzurri. Anche Eriksen andrà via per lo stesso motivo, così come Pinamonti. Due situazioni diverse, le loro, eppure simili, per come Conte li ha gestiti, per quanto poco li ha considerati.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

cessioni inter
Christian Eriksen (Getty Images)

Eriksen e il rapporto con Conte

Il danese, Eriksen, arrivato all’Inter un anno fa, non vede l’ora di andarsene. Non ha legato con Conte, ha giocato poco e male, non si è mai sentito importante, ha avuto poche occasioni per mettersi in mostra. Conte ha già fatto capire che lo considera forte e utile come gli altri, ma sul campo, con le sue scelte, lo ha trattato come uno dei tanti, spesso concedendogli appena pochi minuti in campo. Marotta ha lasciato intendere che l’Inter non tratterrà gli scontenti e infatti Eriksen col suo agente sta già sondando il terreno per trovare la squadra giusta dalla quale ripartire.

LEGGI ANCHE >>> Juventus, perchè Pirlo ha scelto Llorente: c’è un solo ostacolo

Pinamonti non è mai stato il vice Lukaku

C’è un altro calciatore con la valigia pronta in casa Inter. Si chiama Pinamonti, ha 21 anni e ha giocato appena 45′ in stagione. Doveva essere il vice Lukaku, la sua alternativa, ma non ha mai giocato. Quando il belga era assente, Conte gli preferiva Sanchez o addirittura Perisic, un esterno. Poca fiducia per il giovane centravanti dell’Under 21 che per questo motivo, come Nainggolan, andrà via a gennaio. Altrove alla ricerca della felicità perduta.