Juventus sicura allo Stadium: l’Udinese non può reggere Cristiano Ronaldo

ronaldo udinese
La classica esultanza di Ronaldo (Getty Images)

La Juventus allo Stadium di Torino sistema la pratica Udinese, grazie in particolare al suo fenomeno Cristiano Ronaldo, a segno con una doppietta.

La Juventus tiene il passo grazie al 4-1 imposto all’Udinese. Di tutte quelle che le stanno davanti in classifica, ma in particolare delle milanesi, il vero obbiettivo. Risultato tondo, largo, forse troppo rispetto a quanto visto in campo a tratti, ma che di sicuro porta con se molte buone sensazioni, oltre alla possibilità di prepararsi con la mente più sgombra possibile alla sfida d’alta quota del 6 Gennaio, proprio contro la capolista Milan.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Come dicevamo un risultato largo, che punisce un’Udinese volitiva nella prima mezz’ora di gioco, durante la quale aveva (al decimo minuto) trovato addirittura il vantaggio con il capitano Rodrigo De Paul, marcatura presto annullata in seguito a revisione VAR per un tocco di mano che c’è ma è difficile da notare immediatamente.

Seguono venti minuti di sostanziale equilibrio, con gli ospiti che non soffrono il possesso Juventino, decisamente lento e messo in imbarazzo dal pressing Friulano. Occasione da fermo al ventesimo per Dybala, punizione docile fra le braccia di Musso dopo il tocco della barriera.

Una partita che abbandona i binari della quiete quanto De Paul commette un errore non da lui e perde un pallone sanguinoso lasciandolo a Ramsey, bravissimo a servire CR7, pronto come sempre a rientrare sul destro per scaricare a fil di secondo palo. Primo tempo che si trascina poi stancamente verso la conclusione su questo risultato.

dybala udinese
Dybala ha ritrovato il gol sui titoli di coda (Getty Images)

Secondo tempo sotto controllo per la Juventus, all’insegna del cinismo

Da questo momento l’Udinese non è più la stessa e lascia la scena alla Juventus: passano cinque minuti e la Juve raddoppia con Chiesa, lanciato in verticale da Cristiano Ronaldo e freddo nel chiudere col sinistro ad incrociare.

LEGGI ANCHE >>> Liverani, la panchina trema: il Parma ora valuta il futuro

Tre minuti dopo Ramsey segnerebbe il terzo, ma la VAR vede un altro tocco di mano. Risultato che rimane fermo sul 2-0. Poco male, perchè basta un quarto d’ora a Ronaldo per porre rimedio e siglare il 3-0 che chiude i conti in anticipo, grazie a Samir e al passaggio di Bentancur.

L’emozioni non finiscono però, Zeegelaar segna al novantesimo il gol della bandiera dopo aver colpito un legno. Al tramonto del match c’è anche occasione di vedere il gol di Dybala che ufficializza il 4-1.