Il covid colpisce ancora la Juventus: positivo Alex Sandro

Alex Sandro positivo al Covid
Alex Sandro positivo al Covid (Getty Images)

La società della Juventus ha reso noto, con un comunicato ufficiale, che il proprio tesserato, Alex Sandro, è risultato positivo al Covid. Il ragazzo presenta lievi sintomi

La vittoria sull’Udinese sembrava aver riportato il sereno in casa Juventus e invece oggi è arrivata la doccia fredda di Alex Sandro positivo al Covid. È stata la stessa società bianconera a comunicarlo attraverso un comunicato apparso sui canali ufficiali. Si parla di lievi sintomi che hanno portato il calciatore ad essere sottoposto a un controllo, dal quale è emersa la sua positività.

Il ragazzo è già stato posto in isolamento, come evidenzia il sito bianconero, dove si parla anche del resto dei componenti della rosa: “La Società è in contatto con le Autorità Sanitarie per la definizione di un’efficace attuazione dei protocolli previsti per consentire le attività di allenamento e di gara del Gruppo Squadra”.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Juventus, si ferma Alex Sandro per positività al Covid
Juventus, si ferma Alex Sandro per positività al Covid (Getty Images)

Alex Sandro positivo al Covid e sintomatico: addio a Milan-Juventus

Seppur lievi, i sintomi avvertiti da Alex Sandro, non lasciano speranze: l’esterno della Juventus sarà costretto a saltare la gara con il Milan. Il big match di “San Siro” potrebbe rappresentare una svolta per i bianconeri che, con una vittoria, accorcerebbero a -7 e con una gara in meno da giocare (quella contro il Napoli). Certo, resterebbe l’Inter, ma tra due turni sarà anche la volta del derby d’Italia.

LEGGI ANCHE >>> Cagliari-Napoli, tre positivi al Covid: il comunicato ufficiale

Adesso, però, è tempo di pensare alla partita contro la capolista allenata da Pioli, senza tanti uomini importanti: Ibrahimovic su tutti, ma anche Bennacer, Saelemaekers e lo squalificato Tonali, oltre a Gabbia. La coperta juventina, però, è corta sugli esterni e potrebbe toccare nuovamente a Frabotta, questa volta fare i conti con l’indiavolata batteria di trequartisti milanista (probabilmente Rebic, Calhanoglu e Castillejo).