Inter, il futuro societario ancora in discussione: le mosse di Bc Partners

Inter Zhang Bc Partners
Steven Zhang (GettyImages)

Il futuro dell’Inter è ancora in discussione: Bc Partners non esclude alcun scenario ma vuole la maggioranza di Zhang per una ragione

Sul futuro societario dell’Inter ha fatto il punto il settimanale “Milano Finanza” che ha ribadito come il gruppo Bc Partners sia in netto vantaggio rispetto agli altri soggetti interessati al club nerazzurro. Un fattore consentito pure dal diritto di trattare in esclusiva con Suning fino a febbraio.

Il lungo approfondimento del settimanale poi aggiunge che il fondo inglese valorizzerebbe il club nerazzurro intorno a 750 milioni di euro. In questa cifra è naturalmente compreso pure l’attuale debito del club nerazzurro. La valorizzazione però non convince Suning, che continua a valutare l’Inter intorno ai 900 milioni di euro.

Bc Partners a ogni modo sta valutando la possibilità di rivelare il controllo dei nerazzurri malgrado la smentita di Zhang in merito alla cessione della maggioranza (Suning controlla il 70%, l’altro 30% è di LionRock, un fondo di Hong Kong). Secondo “Milano Finanza”, in questo momento Bc Partners non esclude nessuno scenario: si potrebbe andare dal nulla di fatto all’acquisizione del pacchetto di maggioranza passando pure attraverso una sfumatura, ovvero la quota di minoranza.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Inter Zhang Bc Partners
L’Inter esulta dopo il primo gol alla Fiorentina in Coppa Italia (GettyImages)

Inter, Bc Partners non esclude nessuno scenario ma quello più concreto passa per rilevare Zhang

Il settimanale ribadisce pure gli interessi di Bc Partners intorno all’Inter, che non si limitano soltanto intorno al club ma ruotano pure in prossimità dei business ad esso collegato. In particolare la realizzazione del nuovo stadio “San Siro”. Senza trascurare neppure il merchandising e i proventi dei diritti tv.

Rispetto a un investimento di minoranza però esistono delle perplessità. Esse sono relative alla necessità per Suning di obbedire alle imposizioni del governo cinese. Questo potrebbe rappresentare un rischio molto alto per un fondo di private equity.

LEGGI ANCHE >>> Raiola ha preparato la strategia: Inter, Milan e Juventus battute?

Il timore è che un giorno Pechino possa imporre a Suning di disinvestire sull’Inter con una conseguente svalutazione del club. Per questo l’ingresso di Bc Partners potrebbe essere graduale ma finalizzato all’acquisizione della maggioranza.