Doppia umiliazione per la Roma: eliminazione e sconfitta a tavolino in arrivo

Roma-Spezia
Roma-Spezia -GettyImages

Clamoroso tonfo della Roma in Coppa Italia, che arriva a distanza di poco tempo dal derby. Ai quarti ci va lo Spezia.

Un momento decisamente particolare in casa Roma. Dopo la sconfitta nel derby, la squadra giallorossa si ritrova a leccarsi le ferite dopo la clamorosa sconfitta contro lo Spezia. I capitolini salutano la Coppa Italia, e lo fanno nel modo peggiore.

Una sconfitta pesante, maturata ai supplementari, ma soprattutto che ha visto i padroni di casa dover giocare praticamente tutti i tempi supplementari in 9 uomini a causa di un doppio rosso in meno di un minuto.

Un caso più unico che raro, che ha ovviamente penalizzato la prestazione dei giallorossi. Una gara che ha ratificato il terribile momento della Roma. Fonseca è, come ovvio aspettarsi, nella bufera. In molti, adesso, chiedono addirittura l’esonero. A rendere la serata ancora più amara, inoltre, il sesto cambio effettuato dal tecnico nel primo tempo supplementare. Il regolamento prevedeva uno slot ulteriore in quella fase nel match, ma non la possibilità di sommare sei cambi. Arriverà, dunque, anche la sconfitta a tavolino. E sarà la seconda stagionale per i giallorossi.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Roma-Spezia
Roma-Spezia -GettyImages

Roma, falsa partenza e poi la vana rincorsa

Un primo tempo da incubo per la squadra giallorossa, che si è vista crollare sotto i colpi degli avversari. Dopo 5′ minuti il rigore concesso allo Spezia, realizzato magistralmente da Galabinov. Poi il raddoppio, che ha lasciato di stucco anche i tifosi incollati alla tv: un errore fatale di Kumbulla, che ha cosi dato a Saponara la possibilità di firmare lo 0-2.

Da lì una Roma che ha dovuto prendere il coltello tra i denti, nel tentativo di rimettere in piedi una partita finita su un binario difficilmente pronosticabile alla vigilia del match. Ed in effetti, prima dell’intervallo proprio dal dischetto i capitolini hanno firmato il pareggio con Pellegriini, tenendo aperta la partita.

LEGGI ANCHE >>> Inter, sorride Conte: pronto a recuperare uno dei suoi attaccanti

Nella ripresa la Roma ci ha provati in tutti i modi, rischiando il tutto per tutto ed alla fine arrivando anche all’agognato pareggio: manco a dirlo, a firmare il 2-2 il solito Mhkitaryan, con grande esperienza e qualità.

L’avvento dei supplementari, poi, ha dato modo ad entrambe le squadre di prendere fiato. Ma, per la Roma, la svolta clamorosa è arrivata nell’arco di un minuto: un’incredibile doppia espulsione, prima di Mancini e poi del portiere Pau Lopez, che ha schiacciato i giallorossi già sfiniti da una rincorsa difficile.

E cosi la rete di Verde, nel pieno dell’area giallorossa abile ad incornare di testa e firmare la rete del vantaggio. Uno schiaffo difficile da digerire per i giallorossi, barcollanti in un finale di partita avvilente. Di Saponara, poi, la chiosa per un 2-4 clamoroso.