Milan, Ibra si è scusato con i compagni: c’è una precisazione dello svedese

Zlatan Ibrahimovic in Inter-Milan
Milan, Zlatan Ibrahimovic (GettyImages)

Ibrahimovic si è scusato con i compagni del Milan dopo la sconfitta patita contro l’Inter, condizionata anche dalla sua espulsione. Poi una precisazione.

La sconfitta di stasera, patita per mano dell’Inter, ovviamente brucia tantissimo in casa Milan. L’eliminazione dalla Coppa Italia pesa tanto sulla testa di Zlatan Ibrahimvoic, prima protagonista di quella che è stata quasi una rissa con Romelu Lukaku, e poi espulso per doppia ammonizione ad inizio ripresa.

Un episodio, quello del rosso allo svedese, che ovviamente ha condizionato tutta la partita. Ci ha tenuto a precisarlo anche Stefano Pioli, che ha spiegato come l’inferiorità numerica abbia inciso in maniera evidente sul rendimento della sua squadra nel secondo tempo.

Insomma, Ibra ha un po’ tradito i suoi compagni, facendo cacciare per una doppia ammonizione assolutamente evitabile. Ma lo svedese è pienamente consapevole delle sue responsabilità, e cosi è arrivata la reazione a fine partita.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Milan, arriva le scuse di Ibra: poi una precisazione

Cosi nel post partita, come riportato dagli inviati di Sky Sport, Zlatan Ibrahimovic si è scusato con tutta la squadra. Nel cuore degli spogliatoi, dunque, la presa di posizione chiara da parte dell’attaccante ed il mea culpa che testimonia consapevolezza sulla proprie responsabilità.

LEGGI ANCHE >>> Milan, Pioli recrimina: “C’è una sola cosa che ha fatto la differenza”

Lo svedese, poi, ci ha tenuto anche a fare una precisazione riguardo le scaramucce avvenute con Lukaku: nessuna parola razzista – ha chiarito Ibra – è stata proferita per bocca sua nei confronti dell’avversario belga.

Questa, dunque, la versione dello svedese che da leader ci ha tenuto a prendersi tutte le responsabilità per un’espulsione che ovviamente ha condizionato tutta la partita del Milan di Pioli.