La nuova Inter vuole ‘copiare’ il Milan | C’è l’addio eccellente

Logo Inter
Il logo dell'Inter (Getty Images)

Dopo il derby si torna a parlare del cambio in società e l’Inter valuta una nuova strada da percorrere con un addio eccellente

In campo l’Inter batte il Milan, fuori dal terreno di gioco i rossoneri diventano un modello da imitare. E’ la futura nuova società che prova a gettare le basi di quel che sarà, quando (e se) Bc Partners entrerà nel club prelevando quote da Suning (minoranza o maggioranza è ancora tutto in discussione). Per il momento continua la due diligence, ma intanto trapelano indiscrezioni su quel che vorrà fare il nuovo socio una volta entrato nel pacchetto azionario del club.

Una rivoluzione che parte dall’alto, dai vertice del club e che potrebbe concretizzarsi con un addio eccellente: quello di Giuseppe Marotta. Lo riferisce il Corriere dello Sport che spiega come Bc Partners abbia in mente di affidare la società ad un amministratore delegato unico, di elevata esperienza ma dichiarata fede nerazzurra, quello che manca all’attuale AD.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Scaroni e Marotta sorridenti
Scaroni e Marotta (Getty Images)

Inter, via Marotta: il piano di BC Partners per il futuro

Mentre la trattativa per il club deve ancora entrare nella sua fase decisiva, con Suning che non si accontenterebbe di una valutazione di 750 milioni, Bc Partners sta già stilando il proprio piano per l’Inter. Un piano che, amministratore unico a parte, avrebbe come modello come attuato da Elliott al Milan.

LEGGI ANCHE >>> Inter-Milan, scintille in campo: Ibrahimovic e Lukaku arrivano quasi alle mani

Addio ad investimenti importanti, quindi, occhi puntati sui giovani da lanciare e grande attenzione al vivaio, peraltro molto già molto florido. Un cambio di strategia che potrebbe significare anche un cambio in panchina visto che Conte difficilmente accetterebbe una filosofia improntata sui giovani.